Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo 2020, Fiorello voleva lasciare il Festival dopo gli attacchi di Tiziano Ferro: caos dietro le quinte

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Nella serata dei duetti e di Roberto Benigni al Festival di Sanremo 2020 si è fatta notare una pesantissima assenza: quella di Fiorello. Assenza prevista, sia chiaro. Il tutto dopo le frecciate di Tiziano Ferro del giorno precedente: "Ama è l'una, vogliamo fare qualcosa domani?". Dunque il lancio ironico dell'"hashtag Fiorello statte zitto". Parole montate dal tam-tam online, poi stigmatizzate dallo stesso Amadeus come una "battuta infelice". Tanto che Ferro si è dovuto scusare. Il cantante, per inciso, si riferiva al fatto che la kermesse si dilungasse troppo, lasciando intendere che fosse anche a causa dei lunghi tempi concessi a Fiorello. E quest'ultimo non ha gradito, affatto: il Corriere della Sera riferisce che ha trovato la battuta "scorretta ed inelegante". E inoltre coltivava un sospetto: Tiziano Ferro ha voluto "aizzare" i suoi fan contro di lui? Leggi anche: Sanremo 2020, sconcerto per il Fiore gigante di Amadeus E dietro le quinte, continua il quotidiano di via Solferino, sarebbe successo di tutto: Fiorello si è sfogato duramente, minacciando di lasciare questo Sanremo, poiché amareggiato perché "sto dando tutto", eppure si è sentito criticato. A gestire la questione Amadeus: "Lancerei l'hashtag Fiorello parla quanto vuoi", ha chiosato prima di criticare Ferro. "C'è la consapevolezza da parte di tutti, e Tiziano è un artista intelligente, che Fiorello illumina l'intero Festival", ha aggiunto. Ma il caso montava, tanto che è dovuto intervenire anche Stefano Coletta, direttore di Rai 1: "Senza Fiorello diventiamo tutti orfani a qualsiasi età. Lanciamo l'hashtag Fiorello per sempre a Sanremo". E in privato le mediazioni. Riuscite. La crisi è rientrata. Questa sera, venerdì 7 gennaio, lo showman ci sarà, insieme a Tony Renis. Decisiva anche la retromarcia di Tiziano Ferro a cui avevamo fatto cenno: il cantante si è scusato lasciando un bigliettino nel camerino di Fiorello. Resta però un briciolo di tensione? (redazione Web)

Dai blog