Cerca

Gary Coleman ricoverato d'urgenza

Preoccupazione per il popolare "Arnold"

Gary Coleman ("Il mio amico Arnold") è stato ricoverato al Los Angeles Hospital. L'attore (il popolare Arnold dell'omonima serie tv degli Anni Ottanta) fa sapere tramite il suo agente che "non si è sentito molto bene" Si sospetta che Coleman non abbia rispettato il ciclo di dialisi al quale dovrebbe invece sottoporsi con continuità. Questo gli avrebbe provocato un forte stress e un indebolimento.

7 Gennaio 2010

0
Gary Coleman ricoverato d'urgenza
Gary Coleman ("Il mio amico Arnold") è stato ricoverato al Los Angeles Hospital. L'attore (il popolare Arnold dell'omonima serie tv degli Anni Ottanta) fa sapere tramite il suo agente che "non si è sentito molto bene" Si sospetta che Coleman non abbia rispettato il ciclo di dialisi al quale dovrebbe invece sottoporsi con continuità. Questo gli avrebbe provocato un forte stress e un indebolimento.
Gary Coleman ("Il mio amico Arnold")  è stato ricoverato al Los Angeles Hospital. L'attore (il popolare Arnold dell'omonima serie tv degli Anni Ottanta) fa sapere tramite il suo agente che "non si è sentito molto bene"
Si sospetta che Coleman non abbia rispettato il ciclo di dialisi al quale dovrebbe invece sottoporsi con continuità. Questo gli avrebbe provocato un forte stress e un indebolimento. Non sono invece confermate le voci secondo cui Coleman sarebbe stato aggredito.
L'attore  resterà in osservazione ancora per un paio di giorni:   tramite il suo agente Robert Malcolm, il 41enne fa sapere che sarà sottoposto ad una serie di test ordinari e che il suo quadro clinico non è preoccupante, cosa peraltro confermata dai medici che lo seguono. Secondo il sito TMZ.com la situazione sarebbe più preoccupante, perché l'attore sarebbe stato colpito da strani svenimenti durante i giorni precedenti il ricovero.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Incostituzionale". La bomba di Renzi su Conte e governo, la voce: "Prova a sfasciare"

Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta
Vincenzo Mollica ricorda Alberto Sordi: "Faceva vedere a tutti il senso della vita"
Migranti, Giuseppe Conte: "Sugli sbarchi Matteo Salvini ha sempre rivendicato la sua competenza"

media