Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Speciale Tg1 sul coronavirus, Francesco Giorgino assente: crollano gli ascolti, il mistero in Rai

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

Francesco Giorgino non c’è in studio. Lo speciale Tg1 sul Coronavirus viene condotto da Paolo Di Giannantonio. Cosa accade agli ascolti della Rete ammiraglia durante la sera di ieri? Manca il top player Giorgino e gli ascolti vanno giù. Il Tg1 sempre di più sui “carboni ardenti”? Ieri, infatti, negli studi di Saxa Rubra c’era Paolo Di Giannantonio, sceso in campo per la lunga diretta. Ma i dati segnano un crollo. L’11 marzo Giorgino aveva superato i cinque milioni e mezzo di spettatori (con uno share del 18,61%) mentre Di Giannantonio ieri si è fermato a 2,2 milioni con un misero 8,24% di share.

Facciamo due conti: lo speciale Tg1, forse per la prima volta, superato persino dal film di Rai 2 (The good doctor) nella fascia 22,12- 23.04 con quasi 2,5 milioni di telespettatori. Un crollo di ben 10 punti percentuali rispetto a quello in prima serata condotto da Giorgino. “Roberto Chinzari ci parla di Giuseppe Conte”, avrebbe dovuto dire Di Giannantonio dallo studio di Saxa Rubra. Ma in diretta vanno di scena alcune gaffe. Il conduttore dello speciale, coordinato da Maria Luisa Busi e Alessandra Mancuso, taglia secco e chiama l’inviato da Palazzo Chigi Giuseppe Chinzari rispolverando la crasi tanto cara alle figurare retoriche italiane. 

Intanto, come mai Giorgino non è stato chiamato a condurre lo speciale, vista la performance dell’11 marzo? Difficile avere una risposta in quanto Giorgino non risponde al telefono a nessun giornalista. Da fonti certe sappiamo che è presente a Saxa Rubra già da martedì scorso. La sua presunta quarantena è durata solo domenica e lunedì in quanto il conduttore del Tg1 - che ha tranquillizzato tutti con un video sui social - non ha mai avuto alcun contatto diretto con Sileri (risultato positivo al Coronavirus). Giorgino non è a rischio, ma gli ascolti degli speciali del Tg1 sì. 

Dai blog