Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, Antonella Viola smentisce Marco Travaglio: "Meglio che a marzo? No, peggio. Dimentica l'inverno"

  • a
  • a
  • a

L'immunologa Antonella Viola, ospite a Otto e Mezzo condotto da Lilli Gruber su la7, ha risposto sulla possibilità invocata anche dal premier di un auto-lockdown: “Sì, è quello che serve, serve un forte senso di responsabilità, il tracciamento dei contatti è sfuggito di mano. Se i cittadini non collaborano queste misure non saranno mai sufficienti". Poi la replica a Marco Travaglio, ospite in trasmissione: "Potrebbe essere addirittura peggio di quando eravamo a marzo, ma non per i numeri, ma per la visione a lungo termine perché non abbiamo davanti l’estate, ma molti mesi di inverno, perché se anche facessimo il lockdown ci sarebbe comunque un inverno davanti."

 

 

Il direttore del Fatto aveva invece espresso il suo parere sul Covid e sull'attuale emergenza, affermando che: "A fine del mese quando si comincerà a vedere qualche effetto di queste misure speriamo di poter dire che si è messo un freno, altrimenti unica alternativa è il lockdown. Se non lo vogliamo ciascuno di noi deve fare la sua parte per evitarlo visto che fortunatamente non siamo nella condizione di marzo, ci sono enormi differenze, fatte molte cose, altre non fatte, ma le due situazioni sono imparagonabili, oggi abbiamo fatto quasi 180mila tamponi", le parole di Travaglio che hanno provocato la replica della Viola.

Dai blog