Cerca
Logo
Cerca
+

Zona Bianca, Bompiani la spara: "Atreju e Meloni? Occupazione Paese nemico"

Roberto Tortora
  • a
  • a
  • a

Sfogo discutibile di Ginevra Bompiani a Zona Bianca, programma di attualità e approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi su Rete 4. La scrittrice traccia un bilancio del primo anno di governo, alla luce della quattro giorni di Atreju, la manifestazione giovanile della destra italiana cui hanno partecipato il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il grande imprenditore sudafricano Elon Musk.

La Bompiani sembra vivere in un’altra dimensione quando parla di ciò che ha visto negli ultimi giorni: “Ho sentito in queste parole, in queste giornate di Atreju una grande esultanza autocelebrativa, poi ho sentito anche un grande livore contro gli avversari e mi è sembrato di sentire una certa mancanza di rispetto verso un Paese in cui una gran parte è sotto la soglia di povertà, è pieno di debiti, è in molte difficoltà. Mi è sembrata una mancanza di rispetto quella di continuare a celebrare e a vantarsi dei propri immaginari successi, è come se questo governo occupasse un Paese nemico”.

 


Il profilo X di Zona Bianca ha pubblicato il suo intervento e non sono mancate le critiche e, in qualche caso, gli insulti a Ginevra Bompiani, accusata di essere una donna rancorosa. C’è chi scrive: “Inizia il peana della signora Ginevra,  meno male  per lei che almeno ogni tanto date la possibilità di sfogare il suo livore, che altrimenti rischierebbe di implodere . Fate un’opera di bene, ogni tanto invitatela cosí si sfoga”. C’è chi ci va più pesante: “Questa donna (#Bompiani) non capisce, come sempre, proprio un c....o, ma continua, sinistramente, a parlare e a rosicare. Patetica e ignorante!”. Ancora, c’è chi commenta con sdegno: “Che ribrezzo questa Bompiani. Non avete capito che per lungo tempo dovete portare rispetto?”. Chi, infine, ironicamente scrive: “Cosa vi aspettavate che dicesse questa signora di sinistra sempre tanto gentile!”. Insomma, l’intervento di Ginevra Bompiani su Atreju è stato un fiasco.

 

 

 

Dai blog