Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alessandro Cecchi Paone, pesante allusione: "Le calciatrici? La metà è lesbica"

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

 Alessandro Cecchi Paone, tra i primi sostenitori delle ragazze mondiali, ha fatto una pesante gaffe. O forse era voluta. Intervenuto a La zanzara su Radio 24, dice: "Per anni ho sostenuto il calcio femminile e l'ho difeso dai dirigenti federali che lo hanno attaccato dicendo che il calcio non era per le donne, lo spogliatoio e queste cose qui...". Ma poi si lascia scappare alcune frasi che poco c'entrano con la bravura e la preparazione delle azzurre. "Le calciatrici lesbiche hanno un doppio problema - continua Cecchi Paone - Ci sono molte più donne lesbiche nel calcio femminile che gay in quello maschile. Da anni aspettiamo il coming out di un calciatore, ma dopo il Mondiale ci sarà il coming out di intere squadre femminili. In una squadra almeno la metà sono lesbiche e ovviamente non lo dico in senso negativo. Le ho sempre protette. Sono lesbiche perché c'è una componente maschile in alcune donne lesbiche che trova sbocco in ambiti che una volta erano solo maschili. E questo discorso vale anche per la Nazionale. Alcune le conosco".   Per approfondire leggi anche: La moglie di Eva Grimaldi choc: "Nel governo tanti omosessuali"

Dai blog