Cerca
Logo
Cerca
+

Giacomo Raspadori, sul gioiellino piomba l'Inter: il piano di Simone Inzaghi per portarlo in nerazzurro

Daniele Dell'Orco
  • a
  • a
  • a

 Il rinnovo di Ranocchia come occasione di mercato. No, non riguardo l'estensione del contratto del classe '88 fino al 2023, ma riguardo la situazione di un altro calciatore sul taccuino di Tullio Tinti: Giacomo Raspadori. Nell'incontro con la dirigenza nerazzurra, quella che poteva essere una semplice richiesta di informazioni si è trasformata in un interesse concreto. L'attaccante del Sassuolo, attualmente impegnato all'Europeo con l'Italia di Mancini, sarebbe perfetto per il progetto di Simone Inzaghi. Giovane (classe 2000), dinamico (un po' come Immobile alla Lazio), con senso del gol ma pure del gioco corale (su cui si basa il gioco di Simone). L'ad del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha più volte ribadito un concetto molto semplice: «Per noi è incedibile». Ma l'addio di De Zerbi agli emiliani, il clima internazionale che sta respirando con la Nazionale e un'offerta ben superiore ai 15 milioni richiesti dal Sassuolo a gennaio potrebbero far vacillare la resistenza neroverde.

 

 

 

 

L'Inter, comunque, attende, anche perché sta monitorando molti calciatori ma tutti infattibili senza le cessioni. Una su tutte: Hakimi al Psg. Con quei soldi i nerazzurri dovranno cercare intanto un sostituto del marocchino. Poi, eventualmente, anche una punta come Raspadori. I nomi per la corsia sono quelli di Davide Zappacosta (reduce da una stagione positiva in prestito al Genoa) e di Manuel Lazzari, pupillo di Inzaghi. Con la Lazio i rapporti sono pessimi, ma l'Inter potrebbe mettere sul piatto una quindicina di milioni più il cartellino di Matias Vecino (in scadenza 2022) che Sarri ritroverebbe dopo l'exploit di Empoli. A sua volta la Lazio sta cercando di piazzare gli esuberi lasciati da Inzaghi e dal suo 3-5-2 per coprire i buchi del 4-3-3 di Sarri. Oltre a Lazzari, potrebbe partire anche Mohamed Fares: corteggiato da Cagliari, Torino e Forentina: potrebbe interessare an che al Verona nell'ambito di una trattiva che coinvolga anche Zaccagni. Lotito valuta Fares 8 milioni. l'Hellas per Zaccagni ne chiede 15. Più allettante ma molto complicata la pista che porta a un altro scambio: quello tra Arthur e Milinkovic-Savic con la Juve.

 

 

 

 

I bianconeri devono piazzare l'ex Barca che non piace ad Allegri e per la Lazio sarebbe perfetto, ma guadagna 5 milioni più 2 di bonus e i biancocelesti lo prenderebbero solo in prestito. Di sicuro senza privarsi del serbo, che interessa anche al Liverpool. La Signora, allora, vorrebbe provare a piazzare il regista al Psg, scambiando i prestiti con Mauro Icardi. La Roma è finalmente vicina a partorire l'acquisto di Rui Patricio. Per il 33enne portiere del Wolverhampton i giallorossi verseranno 6 milioni (e 2,5 l'anno al calciatore). Anche sul fronte Xhaka dell'Arsenal la chiusura è ormai a un passo. Asse caldissimo tra Milan e Chelsea:dopo l'affare Tomori i rossoneri provano a persuadere i Blues a lasciar partire gratis Olivier Giroud, magari provando a risolvere una grana ai londinesi: Tiemoué Bakayoko. È rientrato dal prestito al Napoli ma vorrebbero rispedirlo in Italia. Al Milan tornerebbe di corsa.

 

 

 

Dai blog