Cerca

Personaggi

Quando Maradona chiamava Muller "raccattapalle"

14 Luglio 2014

1

Altro giro, altra sconfitta. L'Argentina come nel 2010 viene battuta ai Mondiali dalla Germania. All'epoca sulla panchina dell'Albiceleste sedeva un certo Diego Armando Maradona. Un personaggio controverso, discusso e discutibile, che subito dopo la vittoria con l'Olanda ai rigori in semifinale - in questi, di Mondiali, dove allenatore non lo è più - ha pubblicato sfottò a pioggia sui social, soprattutto contro i brasiliani. El Pibe de Oro ne era convinto, era sicuro che l'Argentina vincesse questi mondiali in casa del Brasile. Così non è stato. Insomma, Maradona tende a sopravvalutare l'Albiceleste (o a sottovalutare gli avversari, fate voi). Tanto che già in occasione della rassegna sudafricana aveva sottostimato i tedeschi, e in particolare Thomas Muller. Nel 2010 Argentina e Germania si affrontarono ai quarti di finale. Nella conferenza stampa alla vigilia della gara, mister Maradona si lamentò di essere stato accostato dall'allora giovanissimo Muller. Così il Pibe de Oro lo bollò come un semplice "raccattapalle". Domenica sera, al Maracanà, il "raccattapalle" ha alzato la coppa del Mondo al cielo. Non male, come rivincita.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giggino1977

    14 Luglio 2014 - 13:01

    Maradona più chiamare "raccattapalle" chiunque.

    Report

    Rispondi

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media