Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gino Strada in Calabria: "Non so se incontrerò il governatore Spirlì". Covid e politica, subito guai

"Non si tratta di un ospedale da campo". Gino Strada, fondatore di Emergency ora collaboratore della Protezione civile per gestire l'emergenza coronavirus in Calabria, spiega le sue prime mosse: "Abbiamo preso in consegna una parte dell'ospedale di Crotone, una struttura ovviamente in muratura e ci stiamo allestendo un reparto Covid, disporremo di una trentina di letti più o meno. Abbiamo anche montato 2 tende al di fuori dell'ospedale, con dei letti, pronte a ricevere pazienti, in un ambiente che certamente non è un ospedale con una struttura muraria ma che comunque è molto confortevole e le abbiamo montate in caso di estrema necessità". Strada è in Calabria con una decina di suoi medici.

"Credo e spero - ha continuato - che il reparto Covid-2 che abbiamo messo in piedi e che sarà ultimato entro un paio di giorni, per cui potremo accogliere i primi pazienti già da venerdì (4 dicembre, ndr) dovrebbe essere sufficiente per rispondere alle esigenze. Ci fosse una nuova ondata, un nuovo picco, però, non ci troveremo impreparati perché la struttura delle due tende è in diretta comunicazione con l'ospedale". "Di sicuro - ha concluso Strada - nei prossimi giorni a Catanzaro incontrerò il commissario Longo per discutere sul da farsi. Non so se incontrerò il presidente facente funzione della Regione ma la cosa non mi creerebbe assolutamente alcun problema".

 

Dai blog