Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Non è una mutazione estiva": coronavirus, le spiegazioni di Luca Zaia

“Abbiamo scientificamente dimostrato che il virus estivo non c’entrava niente né con quello dell’inizio, né con quello che abbiamo adesso. Il contagio di oggi non è con la mutazione di quest’estate, poi una nuova mutazione”. Così il governatore del Veneto Luca Zaia in una diretta sullo stato del contrasto all’epidemia di Covid, anticipando i dati di uno studio sulle diverse mutazioni del virus in Italia realizzato dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, di Legnaro (Padova). Lo stesso istituto alla vigilia ha individuato la variante inglese tra campioni di pazienti positivi al Covid. Sarebbero due casi della provincia di Treviso e Vicenza. Intanto il virus non molla la presa in regione. Secondo l’ultimo bollettino si sono registrati 2.523 positivi e 33 morti. Nel frattempo Zaia annuncia anche l'arrivo del vaccino in Veneto: "Domani alle 8 arrivano a Padova gli 875 vaccini. Alle 12 cominciamo le prime vaccinazioni. Poi mi auguro che arrivino le fiale per la vaccinazione di massa che, confermo, sarà volontaria. Da noi c'è l'anagrafe vaccinale, i cittadini saranno chiamati per priorità poi ognuno fa quello che vuole. Deve essere una scelta responsabile, pacifico che al mondo arriverà il passaporto sanitario", conclude il governatore.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog