Cerca

Ma cosa c'entrava?

Matteo Salvini, l'ossessione della sinistra in piazza a Bologna: che cosa cantavano

15 Novembre 2019

2

In una frenetica serata, Bologna è stata teatro di una dura contrapposizione tra Matteo Salvini- in comizio al PalaDozza- e i manifestanti, accorsi in migliaia in Piazza maggiore per mostrare la propria avversione nei confronti del leader della Lega. Secondo stime arbitrarie, la "manifestazione delle sardine" avrebbe radunato 6.000 persone, stranamente qualche centinaia in più della capienza del PalaDozza (circa 5.600 posti). Una piazza gremita e pacifica, che alterna canzoni di Lucio Dalla al motto "Bologna non si lega". Tuttavia, nella sua irrazionalità, la piazza si lascia ben presto andare ad un coro fuori luogo.

Per approfondire leggi anche: Lucia Borgonzoni al PalaDozza, il clamoroso abbraccio del popolo leghista: il video che spaventa il Pd

I manifestanti hanno intonato più volte "Bella ciao", il motivetto che evoca i peggiori fantasmi del nostro Paese. La stessa piazza delle sardine che dice non abboccherà mai a Salvini, è invece caduta nel tranello dei detrattori del leader leghista: etichettarlo come fascista solamente per il fatto che vuole controllare i confini. Brutta storia.

Nel video di Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, un momento della manifestazione

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vespa125gtr

    16 Novembre 2019 - 07:53

    qui non vedo neanche una bandiera Italiana. A piazza San Giovanni il 19 ottobre invece ce ne erano a migliaia. ecco vera la differenza.

    Report

    Rispondi

  • violacea

    15 Novembre 2019 - 23:31

    MAI IN NOME NOSTRO!!

    Report

    Rispondi

Giuseppe Conte contro i cronisti: "Non chiamatelo 'questo Renzi', è pur sempre un leader della maggioranza"

Matteo Salvini contro le sardine: "Flop a Napoli? Che peccato, ma se fai le vacanze con Oliviero Toscani..."
Giorgia Meloni vede il grande bluff di Matteo Renzi: "Gli interessano le nomine, non i problemi dei cittadini"
Siria, cadono le bombe: papà inventa un gioco per non far spaventare la figlia

media