Cerca

Gli scheletri nell'armadio

Giuseppe Conte, altra slavina dalle Iene. "Ha mentito", nuovo fronte: Guido Alpa lo manda a casa?

3 Dicembre 2019

4

Ancora una volta il presidente del consiglio Giuseppe Conte è accusato di aver mentito, in ordine ai suoi rapporti professionali con il suo maestro, il giurista Guido Alpa. Nel bel mezzo della tempesta Mes, su cui Conte - secondo le opposizioni- non avrebbe riferito il vero, il premier dovrà affrontare altre beghe, sollevate dal programma televisivo Le Iene. Queste contestano a Conte presunte irregolarità nell'assegnazione della cattedra di professore ordinario di diritto privato all'Università di Caserta, dato che uno dei commissari giudicanti era proprio Guido Alpa. Nello stesso anno del concorso - il 2002- il professor Conte ha aperto uno studio legale con Guido Alpa. Un eventuale rapporto in affari tra i due inficerebbe sulla regolarità del concorso. A sua discolpa, il premier ha già chiarito la vicenda tramite una lettera a La Repubblica, in cui afferma che lui e Alpa erano soltanto coinquilini, e non soci. Ma, sul rapporto tra i due, Le Iene hanno scavato più a fondo ed hanno scoperto qualcos'altro che potrebbe inchiodare il premier, compromettendone la credibilità e la trasparenza.

Le Iene sono entrate in possesso di documenti che attesterebbero un incarico assegnato dall'Autorità del garante della privacy agli avvocati Conte e Alpa per lavorare su una controversia legale con la Rai. Tale incarico risalirebbe a sei mesi prima dal citato concorso per la cattedra di professore ordinario a Caserta. Qualora Conte e Alpa avessero collaborato e ci fosse una fattura comune, il concorso sarebbe falsato, e lo scandalo emergerebbe con tutta forza. Giuseppe Conte sostiene che i due avrebbero lavorato per il Garante a titolo individuale, e dunque esisterebbero due assegni separati. Tuttavia nessuno dei due avvocati, né l'Autorità del Garante per la privacy, ha fornito le fatture a Le Iene. Se Conte avesse mentito su tale vicenda personale risalente a 17 anni fa, tutto tornerebbe in discussione, inclusa la sospetta firma del Mes. Questa sera su Italia 1 un nuovo servizio de Le Iene sui rapporti professionali Conte-Alpa.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giuseppekrede

    03 Dicembre 2019 - 16:30

    i social comunisti sono per natura falsi, e Conte ha trovato il suo nido nel cuore della sinistra, i suoi palazzi, la giustizzia e la costituzione madre di tutti gli imbrogli e' falsita' creata dai comunisti nel dopo guerra. Rifare la costituzione, rifare la giustizzia,abolire il canone RAI, il presidente della repubblica deve votarlo il popolo ITALIANO.

    Report

    Rispondi

  • Giuseppekrede

    03 Dicembre 2019 - 16:30

    i social comunisti sono per natura falsi, e Conte ha trovato il suo nido nel cuore della sinistra, i suoi palazzi, la giustizzia e la costituzione madre di tutti gli imbrogli e' falsita' creata dai comunisti nel dopo guerra. Rifare la costituzione, rifare la giustizzia,abolire il canone RAI, il presidente della repubblica deve votarlo il popolo ITALIANO.

    Report

    Rispondi

  • pietro2482

    03 Dicembre 2019 - 16:22

    avete mai fatto indagin icosì apptofondite su chi vi stipendia? avete mai approfondito sui milioni mancanti della lega circa 50? avete mai approfondito sui personaggi dell'area di destra che hanno un curriculum di tutto rispetto con condanne definitive, non fatelo mai perché rischiate lo stipendio e di rimanere per sempre dosoccupati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Liliana Segre, a Milano la marcia di solidarietà dei sindaci: "L'odio non ha futuro"

Matteo Salvini, messaggio ai giallorossi: "Il mio obiettivo è tornare al governo"
Zingaretti, l'amara ammissione sulla verifica di governo: "Dobbiamo ridare la fiducia agli italiani"
Mes, Giuseppe Conte: "Non temo il confronto con il Parlamento"

media