Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Condizioni difficili". Mattarella teme il coronavirus: "Non possiamo tornare a marzo e aprile"

Anche Sergio Mattarella si esprime sull'emergenza coronavirus dopo l'annuncio del nuovo Dpcm: "Occorrono cure, terapie, organizzazione sanitaria efficace ed efficiente. Ma occorre anche la responsabilità collettiva, occorrono comportamenti diffusi di tutti nel nostro Paese, perché tutti siamo chiamati a contribuire a sconfiggere la pandemia e la diffusione del contagio e del virus", afferma il Presidente della Repubblica in occasione della consegna al Quirinale delle onorificenze al merito della Repubblica italiana ai cittadini che si sono distinti durante l’emergenza. "Con i comportamenti - ha ribadito il Capo dello Stato - con le mascherine, con il distanziamento sociale, con i comportamenti responsabili, evitando contatti superflui. Abbiamo tutti la responsabilità, siamo tutti chiamati a fornire il nostro contributo per superare questa condizione difficile che si sta presentando ed evitare di ricadere nelle condizioni di marzo ed aprile. Occorre non rimuovere quello che è avvenuto, non pensare che si sia trattato di una parentesi da poter dimenticare".


Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog