Cerca

Non solo esodati

Pensioni, un'altra beffa
per chi ha cambiato lavoro

I lavoratori che hanno versato contributi a più enti previdenziali costretti a pagare il riscatto

Pensioni, un'altra beffa
per chi ha cambiato lavoro

Per i pensionati arriva un'altra beffa, riguarda i circa quattrocentomila italiani che nel corso della loro vita professionale hanno cambiato lavoro. Ne ha parlato Libero giovedì 8 novembre: fino al 1958 ricongiungere i contributiavveniva gratuitamentel, semplicemente la somma versata a un determinato ente veniva sommata ai contributi confluiti nella nuova cassa. Nel luglio del 2010, in quella che poi è diventata la legge 122,  viene inserito un articolo che stabilisce che questo ricongiungimento deve avere un costo. E anche alto. il prezzo è quello del riscatto della laurea. E così dal primo luglio, tutti quelli che hanno fatto domanda di pensione e che hanno cambiato lavoro una sola volta o anche più nella loro vita e quindi anche ente di previdenza, è arrivata la temutissima lettera dell'Inps con i calcoli. In pratica se si vuole far confluire i contributi versati,  bisogna pagare come se avesse studiato per dieci, venti o trent'anni. Cifre iperboliche che possono arrivare, in qualche caso anche a 600mila euro. Soldi che possono essere pagati subito o suddivisi in più rate, rate che a volte valgono quanto la pensione. L'alternativa è la totalizzazione dei contributi., gratuita, ma che impone il sistema contributivo anche a chi ha le carte in regola per il metodo retributivo con una penalizzazione del 50% sull'assegno mensile. Un'ulteriore mazzata per i pensionati che nella loro vita hanno cambiato lavoro, in tutto sono circa 400mila. 

Leggi la lettera di un "ricongiunto" pubblicata da Libero giovedì 8 novembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • italiano desluso

    12 Novembre 2012 - 15:03

    Vorrei capire, perchè la diminuzione dei super stipendi dei mega dirigenti burocrati è incostituzionale, mentre per chi ha versato i contributi pensionistici a enti diversi debba riscattare con centinaia di migliaia di euro la propria sacrosanta pensione! La repubblica italiana NON E' FONDATA SUL LAVORO, MA SULLA DISUGUAGLIANZA SOCIALE A FAVORE DELLA CASTA !!!!

    Report

    Rispondi

  • nonnabruna

    12 Novembre 2012 - 11:11

    Io, pur danneggiata (ho versamenti INPS e Cassa Previdenza Ragionieri) perchè dovrei versare 130000 (centotrentamila euro per ricongiungere dall'Inps alla Cassa e non so quanto dalla Cassa all'Inps), osservo pero' che IL SISTEMA SCELTO ( votato quindi dai politici in parlamento) non consente RICONGIUNZIONI A TITOLO GRATUITO per ragioni insite nel Sistema Pensionistico. Resta , a titolo gratuito) la TOTALIZZAZIONE dei PERIODI LAVORATI ALLE varie Casse., ovviamente pegiorativo. Io, pero', visto che la materia è spinosa e difficile,complicata suggerisco al Direttore del giornale di fare chiarezza, facendo scrivere un pezzo CHIARIFICATORE ad un ESPERTO di PENSIONI , modo molto SEMPLICE E CHIARO. Non è propriamente vero cio' che si scrive , propruio perchè NON si tiene conto di COSA HANNO VOTATO IN PARLAMENTO PER IL SISTEMA PENSIONISTICO NEGLI ULTIMI 20 ANNI.

    Report

    Rispondi

  • minimo

    11 Novembre 2012 - 20:08

    Ho scritto un mio pensiero sull'argomento, ma mi è stato bocciato??Non l'ho trovato. Bene, ho capito che c'è una vera democrazia. Avvertite iol mittente della lettera e tutti i partecipanti che le pensioni hanno una riserva matematica che deve essere rispettata.Se nasco operaio e poi divengo generale i periodi pensionistici sono completamente diversi, perché come ripeto hanno delle riserva matematiche diverse e spesso più onerose perché consentono una pensione più alta.E allora prima di ricongiungere sarebbe opportuno fare i conti come li ho fatti io che ci ho guadagnato. Salutoni e grazie della eventuale cancellazione.

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    10 Novembre 2012 - 20:08

    mangiano con i soldi rubati ai lavoratori ..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog