Cerca

Facci

Unipol e Ruby:
per le toghe
i processi
non sono uguali

Per alcuni procedimenti la magistratura ha accolto la richiesta di sospensiva in vista delle elezioni, per altri no. Con che metodo non si capisce

Unipol e Ruby:
per le toghe
i processi
non sono uguali

di Filippo Facci

Tutti fanno quello che vogliono. La regola delle tre legislature è valsa solo per alcuni. I vegliardi storici ci sono ancora tutti, o quasi. I giudici del processo Unipol, ieri, hanno posticipato la sentenza su Berlusconi e giudicato «non dilatori» i motivi addotti dai suoi legali: si rinvia al 7 marzo. Anni fa, del resto, era successo anche coi processi Ariosto e Mills. E l’altro giorno è pure successo col processo per calunnia ai danni di Rosaria Capacchione, candidata Pd: i giudici hanno accolto tranquillamente la sua istanza. Però ecco, i giudici del processo Ruby invece non hanno accolto niente, hanno deciso che le udienze devono proseguire nonostante le elezioni.


Leggi l'articolo integrale di Filippo Facci 
su Libero in edicola venerdì 18 gennaio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • f.rossi

    28 Febbraio 2013 - 15:03

    Ma non hanno ancora capito che più mettono sotto torchio il Berlusca più gli italiani lo vedono vittima e lo votano? Il Berlu pagherebbe per far continuare questo giochino.

    Report

    Rispondi

  • annacc

    26 Gennaio 2013 - 00:12

    calunnia? la Capacchione ha minacciato di mandare ad ammazzare col mitra un poliziotto! E' la stessa Ruby Maria Goretti che faceva da due anni spogliarelli in un locale a luci rosse di genova? prostituzione minorile??? ma mi facci il piacere!!!!

    Report

    Rispondi

  • gelsomino

    25 Gennaio 2013 - 19:07

    .....ma vuoi mettere la calunnia con lo sfruttamento della prostituzione minorile .......

    Report

    Rispondi

blog