Cerca

La belva

Pamela Mastropietro, il nigeriano Innocent Oseghale intercettato in carcere: "La ho uccisa io"

12 Marzo 2018

1
Pamela Mastropietro, Innocent Oseghale

La belva nigeriana si sarebbe fregata da sola. Si parla di Innocent Oseghale, il nigeriano in carcere per il brutale omicidio di Pamela Mastropietro, la ragazza ammazzata a Macerata. Secondo quanto riporta Il Giorno, parlando con la sua compagna all'interno del penitenziario, Oseghale avrebbe detto: "Sono stato io, e ho fatto tutto da solo". E sarebbe stato lui ad ammazzarla. Una frase con cui compromette ulteriormente la sua posizione: Oseghale, infatti, è stato l'uomo che ha portato via i resti di Pamela chiusi in due trolley e fu lui ad incontrare la giovane alla ricerca di una dose di eroina.

Leggi anche: Morte di Pamela, la svolta: trovata la traccia decisiva

La confessione sarebbe stata registrata nel corso di un incontro con la compagna, a cui è stato consentito di incontrarlo in carcere: ma i loro colloqui, ovviamente, sono stati intercettati e registrati. E Oseghale, come detto, si sarebbe addossato l'intera responsabilità del delitto. Parole che lasciano pochi dubbi, anche se davanti agli inquirenti, fino ad oggi, il nigeriano aveva sempre negato tutto. Restano però da capire ancora molte cose sugli ultimi minuti di vita di Pamela, che potrebbe avere anche altri responsabili.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    12 Marzo 2018 - 14:02

    ma avete visto che faccia? Ma come ha fatto quella bellissima ragazza ad uscire con questo mostro di uomo. Ma cosa l'attraeva. Ma allora chiunque italiano dovrebbe essere nelle grazie di qualsiasi donna se questo nero è considerato bello.

    Report

    Rispondi

media