Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salerno: dichiara 20 euro di reddito annui, gdf gli sequestra 7 immobili (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) Il caso investigato ha fatto emergere l'astuto stratagemma utilizzato dalla contribuente che per l'annualita' 2009, al fine di non palesare il proprio status di evasore totale, anziche' omettere totalmente la presentazione delle dichiarazioni fiscali, le ha inviate indicando un volume d'affari complessivo pari a 50 euro ed un reddito d'impresa conseguito pari a 20 euro. Per la medesima annualita', le attivita' ispettive condotte dalla Guardia di Finanza di Agropoli (SA) hanno invece permesso di ricalcolare gli elementi positivi sottratti a tassazione in oltre 350.000 Euro, l'Iva evasa in 70.000 Euro e l'Irap sottratta a tassazione in 18.000 Euro. Pertanto, sulla scorta dei risultati delle attivita' ispettive e delle successive indagini di polizia giudiziaria eseguite dalla Guardia di Finanza, che hanno permesso di rilevare il patrimonio personale dell'imprenditrice, il Gip del Tribunale di Vallo della Lucania (SA) ha disposto un mirato sequestro preventivo 'per equivalente'. La misura cautelare reale e' stata eseguita dai militari della Compagnia di Agropoli (SA) sulle somme rinvenute sui rapporti bancari, nonche' su 7 unita' immobiliari intestate all'imprenditrice, site in Agropoli (SA) e Visciano (NA), tra cui un immobile di pregio localizzato sulla collina del comune cilentano, di valore pari alle imposte evase, a totale garanzia dei crediti erariali. Il sequestro e' stato reso possibile dall'applicazione della norma, introdotta con la legge finanziaria per il 2008, che estende anche ai reati tributari la c.d. 'confisca per equivalente', ossia la possibilita', qualora non si possa procedere alla confisca dei beni che costituiscono il diretto profitto del reato, di 'aggredire' comunque i beni di cui il reo abbia la disponibilita', per un valore corrispondente al suddetto profitto.

Dai blog