Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto: Maroni, Mantova non e' figlia di un Dio minore (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - La Regione, ha ricordato Maroni, ascoltando e recependo le richieste piu' urgenti dei rappresentanti degli Enti locali, "e' riuscita a trovare i 30 milioni di euro necessari per la ricostruzione del Ponte di San Benedetto Po', ma si e' anche impegnata, affinche' il Parlamento e il Governo assumessero un provvedimento specifico per le imprese colpite dal terremoto". "Attraverso l'emanazione del decreto 43, che puo' essere migliorato ma e' sicuramente un primo passo avanti importante, siamo riusciti a far chiarire che i risarcimenti, i contributi e gli indennizzi per le imprese che hanno ricevuto danni, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sul reddito e dell'Irap". "Inoltre - ha aggiunto - siamo riusciti a ottenere anche la proroga di sei mesi dei termini per il completamento della verifica di sicurezza degli immobili e delle attivita' produttive'. Ricordando che la Lombardia 'e' la prima regione agricola d'Italia e la seconda d'Europa', ma e' anche "una terra a forte vocazione produttiva", Maroni ha ribadito l'intenzione di voler lavorare per valorizzare entrambe queste "anime" che "non sono in contrasto fra loro". Per farlo, ha spiegato, occorre dare corso al "progetto strategico sintetizzato nel programma di governo, sulla base del quale ho chiesto e ottenuto la fiducia dei cittadini".

Dai blog