Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini bombardato dai grillini, Patuanelli: "Andiamo fino in fondo. Lui sul balcone come Mussolini"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Bombardare Salvini, da tutte le angolazioni. Luigi Di Maio continua a ripetere che lui non vuole la crisi di governo (artificio retorico per lasciar intendere che sia l'altro, Matteo Salvini, a volerla) e intanto dà mandato ai suoi uomini più fedeli di assaltare il capo della Lega vomitandogli addosso ogni tipo di accusa. Domenica le interviste di Vincenzo Spadafora e Barbara Lezzi, oggi quella al Corriere della Sera di Stefano Patuanelli, capogruppo del M5s al Senato, che tuona: "Salvini non ha capito che sulle dimissioni di Siri noi andiamo fino in fondo. Il sottosegretario è indagato per corruzione, non può restare sospeso in queste condizioni". Leggi anche: "Tappatevi la bocca, è il mio ultimo avviso". I grillini insultano, Salvini si è stancato Secondo il senatore grillino Salvini non ha dimostrato "buon senso", blindando Siri e non spingendo per le sue dimissioni. "Non riusciamo a capire la forte resistenza del sottosegretario né comprendiamo il motivo per cui il ministro dell'Interno sia così impegnato a difendere Siri", attacca Patuanelli che punta tutto sulla "questione morale". Ma come si diceva l'affondo sull'alleato è a 360°, dalla legge sulla castrazione chimica ("Non c'è nessuna possibilità che arrivi in Aula un provvedimento del genere, noi siamo contrari e abbiamo un terzo dei senatori e dei deputati di maggioranza") all'ormai famoso discorso di Salvini dal balcone del Comune di Forlì, lo stesso da cui parlò anche Benito Mussolini. "Un gesto deprecabile. Quel balcone di Forlì, così come altri balconi, riecheggia ancora nella memoria di tanti italiani". E pazienza se da quel balcone non si affacciò solo il Duce, ma anche tanti politici anti-fascisti del Dopoguerra. A preoccupare Patuanelli è "la volontà della Lega di seguire le destre nazionaliste europee, le posizioni retrograde verso la donna e nei confronti delle diversità". Finale con fiele: Salvini vuole fare il premier? "Potrà farlo solo quando la Lega vincerà le elezioni politiche, se le vincerà mai".

Dai blog