Cerca

Stoccate

Otto e Mezzo, Lilli Gruber vs Matteo Salvini: "Maleducato", "Sa perché mi pagano?". Tensione brutale

9 Maggio 2019

0
Lilli Gruber, Matteo Salvini, Otto e Mezzo

Dopo le tensioni della vigilia, il faccia a faccia. A Otto e Mezzo di Lilli Gruber, su La7, mercoledì 8 maggio, ecco Matteo Salvini. Lo stesso Salvini che il giorno prima aveva detto "dovrò andare dalla Gruber anche se non ne ho voglia, simpatia portami via". Frase che aveva scatenato la conduttrice, la quale aveva replicato con un "se ne stia pure a casa, o al ministero". Ma, come detto, il ministro dell'Interno si è materializzato negli studi di Otto e Mezzo. E il confronto si è subito acceso. La Gruber, dopo aver ricordato come Salvini "ne ha fatto anche una questione di simpatia", ha aggiunto: "Mi aspettavo un mazzo di fiori di scuse". E Salvini le replica, vien da dire con evidente intento ironico: "Io le voglio un sacco di bene anche se non ho molto tempo di guardarla a casa alla televisione. Le voglio un sacco di bene e ritengo che questa trasmissione sia assolutamente equilibrata". Frase che fa ridere la Gruber. E il leghista: "Perché ride?". Lilli: "Perché allora dice sciocchezze in un comizio? Non è stato molto educato". Salvini: "Mi pagano per fare il ministro dell'Interno, non per essere educato". Gruber: "No, la pagano anche per essere educato". "E allora le manderò una piantagione di rose e margherite", conclude Salvini. Già, la tensione si taglia con il coltello...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Alfonso Bonafede, goffo tentativo di depistaggio: "Una gara tra me e Matteo Renzi?"

Grande Fratello Vip, Elisa De Panicis e "la scossa". Confessione per Libero: "Ho voglia di innamorarmi"
Morgan, l'imitazione di Luciana Littizzetto a Che Tempo Che Fa: "Tu sei un mezzo pirla, senza chiappe e panza"
Open Arms, Matteo Salvini deposita la memoria difensiva in Senato: "Un attacco preventivo all'Italia"

media