Cerca

Made in Italy

Sos Dolce e Gabbana: "Se ci danno 400
milioni di multa chiudiamo"

I due stilisti sotto processo per evasione fiscale proclamano la loro innocenza e lanciano l'allarme. A rischio centinaia di posti di lavoro

Sos Dolce e Gabbana: "Se ci danno 400
milioni di multa chiudiamo"

E' "pace armata" tra Domenico Dolce e Stefano Gabbana e il Comune di Milano. I due stilisti, che la scorsa settimana avevano chiuso per tre giorni tutte le loro boutique milanesi per protestare contro l'assessore al Commercio D'Alfonso (il quale aveva detto che non si dovrebbero concedere spazi pubblici a vip che hanno ricevuto condanne per reati odiosi come l'evasione fiscale), hanno accettato l'invito del sindaco di Milano Giuliano Pisapia a un incontro pacificatore. Ma in due interviste, rilasciate a Repubblica e Corriere della sera, Dolce e Gabbana spiegano di non rassegnarsi "ad essere crocifissi come ladroni. Perche' non lo siamo. I due stilisti ripercorrono la vicenda giudiziaria, proclamano la loro innocenza da tutte le accuse, ripetono che andranno in appello per la condanna penale di primo grado (a un anno e 8 mesi), e in Cassazione per la multa per infedele dichiarazione dei redditi e spiegano che se saranno confermati i 400 milioni di multa dovranno chiudere. "Non saremmo in grado di resistere'' spiegano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    18 Settembre 2013 - 14:02

    Tanto l'Italia é come il Titanic. Purtroppo i responsabili sono come i passeggeri di prima classe del film. I poveracci che lavorano invece sono quelli destinati a finire sott'acqua.

    Report

    Rispondi

  • rosablulibero

    24 Luglio 2013 - 17:05

    Il fisco italiano é una macchina da guerra concepita per colpire, con regole impossibili da seguire, la parte produttiva del Paese che crea ricchezza. I lavoratori dipendenti dicono di pagare le tasse, in realtà é un automatismo contributivo che gliele paga. Il meccanismo della tassazione serve alla politica di sinistra per dividere i lavoratori e trarne vantaggio elettorale, oltre che invelenire gli animi e veicolare dosi tossiche di ipocrisia fiscale per avere sempre pronta l'arma della sanzione. Gli autonomi devono smettere di lavorare fino a quando le regole fiscali non saranno finalizzate, oltre che al sacrosanto pagamento delle tasse, anche alla giustizia fiscale e all'abbattimento delle ipocrisie che riassumo in breve: quanti giorni di mutua pagata dallo Stato fa in media un dipendente? E quante ne fa un autonomo? Quanto rischia un dipendente del suo denaro? E quanto ne rischia un autonomo? Bastano questi due semplici esempi, che tutti sanno, per far capire come stanno le cose!

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    24 Luglio 2013 - 17:05

    maxdemax tu li hai presi per dei pirla vero?

    Report

    Rispondi

  • filadelfo

    24 Luglio 2013 - 16:04

    Milano non vi merita.(per qualche idiota che dedurrebbe che sono a favore dell'evasione, rispondo che non ha capito una bella m...)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog