Cerca

Appunto

Fiction sull'eroe
che catturò Riina
e fu processato
dal pm Ingroia

"L'occhio del falco" racconta le imprese del capitano Ultimo. Chissà se dirà a mandarlo alla sbarra fu il giudice sceso in politica?

Fiction sull'eroe
che catturò Riina
e fu processato
dal pm Ingroia

di Filippo Facci

Eccoti «L’occhio del falco» su Canale 5 (lunedì e martedì sera) e cioè una neo fiction in cui Raoul Bova torna a interpretare il capitano Ultimo, alias Sergio De Caprio: si riparte dal processo del 2006 che lo vide indagato per favoreggiamento e quando cioè gli imputarono la mancata perquisizione del covo di Totò Riina, il «capo dei capi» che pure fu proprio lui a catturare nel 1993. Ultimo fu assolto con formula piena assieme al generale Mario Mori, tanto che Raoul Bova sul «Corriere» di ieri l’ha messa così: «Lo sport di questo Paese è infangare i suoi simboli, con Ultimo non ci sono riusciti e questo merita di essere raccontato». Perfetto, ma perché tacere che il processo fu condotto da Antonio Ingroia? Non c’è scritto in nessun articolo, chissà nella fiction. E chissà se la fiction ricorderà che anche Massimo Ciancimino, ex cocco di Ingroia, nel 2010 insinuò che l’arresto di Riina non fu merito del capitano Ultimo bensì di una soffiata di Provenzano. E chissà se il capitano Ultimo ha letto il libretto scritto contro di lui da Benny Calasanzio Borsellino, nipote e milionesimo parente di Paolo, figlio di Rita, già coautore di un altro libro con Salvatore, e naturalmente - serve dirlo? - collaboratore del Fatto Quotidiano, giornale che in compenso non cita la fiction né Ingroia. Perdonate se provvediamo noi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    21 Gennaio 2013 - 16:04

    guardi siamo piuttosto aggiornati sull'argomento :)

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    21 Gennaio 2013 - 13:01

    E' appena andata in onda la sua intervista a Bocchino. Lei non è stato in grado di controbattere all'accusa che vuole Libero al soldo dei padroni. Come mai? E si che Bocchino è un gran brutto ceffo sempre in malafede.

    Report

    Rispondi

  • Cosean

    20 Gennaio 2013 - 21:09

    E' inutile andare a cercare quel che ha detto Raul Bova. Se non si è perquisito il covo di Toto Riina un motivo ci sarà. Ed è difficile incolpare lo Spirito Santo o il destino!

    Report

    Rispondi

  • Alephy

    19 Gennaio 2013 - 12:12

    Vorrei fare una domanda alla redazione che passa al vaglio i commenti: vi pare che commenti come il numero 8 possano davvero essere pubblicati? Sarei curioso di sapere come funziona

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog