Cerca

Una voce dal Colle

Sergio Mattarella, il "golpe morbido": "Con tutto il tatto possibile", retroscena sulla trattativa segreta

6 Dicembre 2018

2
Sergio Mattarella, il "golpe morbido": "Con tutto il tatto possibile", retroscena sulla trattativa segreta

Il "golpe morbido" di Sergio Mattarella: l'espressione è forte, ma il fatto che il Quirinale stia dirigendo il gioco nella trattativa tra il governo italiano e la Commissione Ue sulla manovra ricorda molto da vicino, sia pur con modi e toni radicalmente differenti, le strategie del suo predecessore Giorgio Napolitano. E la differenza sostanziale è che il mite Mattarella lavora per salvare il governo, non per mandarlo a casa.



"Pur con tutto il tatto possibile - scrive non a caso Carlo Pelanda su Italia Oggi - ha preso in mano, dietro le quinte, la materia, cercando un compromesso tra requisiti di ordine economico euro-convergenti e progetto politico euro-divergente della maggioranza". La partita è quella della riduzione del deficit dal 2,4% al 2%, senza però andare a intaccare le due misure bandiera di Lega e M5s, pensioni quota 100 e reddito di cittadinanza. "Il Quirinale sembra aiutarli, guidando Conte e Tria nel negoziato con la Commissione, ad arrendersi senza perdere la faccia. Bene che vada, comunque, la politica economica risultante comporterà stagnazione", è l'amara conclusione dell'editorialista. Il governo resterà in carica, come vuole il Colle, ma per l'Italia ricominceranno i guai.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agosvac

    06 Dicembre 2018 - 17:05

    La "stagnazione" dell'economia italiana è l'obiettivo primario di questa UE germanocentrica. L'euro non c'entra manco per niente: anche con l'euro l'Italia potrebbe riprendersi ma solo liberandosi delle ristrettezze imposte dall'UE. Entrare nell'euro è stato il più grave dei vari errori commessi dalla sinistra, ma ormai c'è.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    06 Dicembre 2018 - 17:05

    Il cattocomunista vuol salvare un governo sciagurato perchè sa bene che dalle elezioni verrebbe fuori una maggioranza di centro-destra a lui invisa. Non è questione di 2,4 o 2, il problema è che questo governo vuol bruciare i soldi nella fornace.

    Report

    Rispondi

media