Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nicola Zingaretti: "Il Pd va rifondato, basta egoismi e conflitti interni"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

"Va rifondato" il Partito democratico e finirla con "egoismi e conflitti" interni, perché "i cittadini impauriti vogliono ritrovare la loro casa", scrive Nicola Zingaretti nel suo intervento sul Corriere della Sera. "La destra ha saputo più di noi cogliere lo smarrimento degli italiani, lo sradicamento di legami antichi, la paura della frammentazione e della dispersione", scrive il segretario del Pd spiegando che tra i motivi del successo di Matteo Salvini e della Lega ci sono "la presenza sul territorio" e il saper proporre "approdi forti e chiari", seppure, attacca, "autoritari, regressivi e intollerabili per noi, illiberali e xenofobi". E Salvini è il "migliore a raccontare e rappresentare i problemi" ma è anche "il peggiore a risolverli". Leggi anche: Pd-M5s addio, Salvini a valanga dopo il voto in Umbria. Sondaggio pazzesco: non lo ferma più nessuno / Cifre Il centrosinistra, continua Zingaretti, "non è stato in grado di fare altrettanto sulla base di un suo rinnovamento ideale, programmatico e identitario", e in questa dispersione di forze e di intenti "ci abbiamo messo anche qualcosa di nostro". In particolare lamentato "una storia di conflitti, separazioni, di chiusure e a volte di egoismi", l'essersi chiusi a riccio "nel proprio io", nelle proprie certezze. Di qui la necessità di una rifondazione del Pd: "Non si tratta di cambiare qualche regola ma di una scelta politica di fondo", conclude, ma di "cambiare davvero tutto per dare alla democrazia italiana un soggetto plurale ricco e partecipato della politica" secondo i principi di "ricostruire una comunità aperta".

Dai blog