Cerca

La novità

Influenza, arriva la pillola che uccide il virus in 24 ore: come ti fa guarire

29 Ottobre 2018

0
Influenza, arriva la pillola che uccide il virus in 24 ore: come ti fa guarire

Arriva dal Giappone, e spazza via l' influenza in un solo giorno con una sola pillola. Un nuovo farmaco monodose uccide il virus influenzale in 24ore con una unica dose, riducendo drasticamente la contagiosità dei malati e, di conseguenza, la diffusione del virus alle persone sane, offrendo una protezione totale dall' infezione.

La Food and Drug Administration statunitense ha approvato il Balaxavir-Marboxil, nome commerciale nipponico Xofluza, per il trattamento dell' influenza acuta non complicata nei pazienti con età pari o superiore a 12 anni, con sintomi che durano al massimo due giorni. È la prima terapia antivirale contro l' influenza stagionale autorizzata dagli Usa da 20 anni, e la particolarità è che si tratta di un trattamento orale monodose, cioè prendendo una sola pasticca si elimina l' agente virale mettendo al tappeto tutti i sintomi che provoca la sua azione, dalla febbre ai brividi, dai dolori muscolari e ossei agli starnuti, alla cefalea e al senso di spossatezza.

Il meccanismo d' azione di questa nuova molecola è stato copiato dai farmaci attualmente in uso contro il virus dell' Hiv, quello responsabile dell' Aids, e come questi punta ad inibire e disattivare un enzima del virus, impedendogli quindi di riprodursi nelle cellule infettate, e la novità assoluta è che basta una singola dose per immobilizzare questo tipo di virus, evitare il suo spargimento nel sangue e quindi bloccarlo ed ucciderlo.

Una opzione molto valida contro gli influenzavirus A e B, le forme più comuni di questa malattia che spesso diventa una pandemia nei mesi freddi, soprattutto nella prossima stagione influenzale che si prevede come una delle più aggressive degli ultimi anni, anche a causa del vaccino trivalente che offre una protezione sicura ma non totale delle molte varianti dell' infezione.

Il nuovo farmaco, oltre ad uccidere il virus in sole 24 ore ed a fornire sollievo immediato dai suoi molteplici sintomi, ne riduce rapidamente la diffusione all' esterno ed il contagio, come risulta dagli studi effettuati e disponibili sul sito di Shionogi, l' azienda farmaceutica nipponica che lo produce.

INTERNAZIONALE
Al di fuori del Giappone il farmaco non ha ancora un nome commerciale, ma la società Shionogi & Company-Limited di Osaka, che ha ricevuto l' autorizzazione ministeriale per la commercializzazione del medicinale sul territorio nipponico, promette di farlo diventare un farmaco comune internazionale per il trattamento del diffusissimo malanno stagionale, allo scopo di stroncarlo sul nascere ed evitare i contagi a catena.

Se si considera che la molecola più comune tra i farmaci antinfluenzali, l' olseltamivir, ovvero il Tamiflu della casa farmaceutica Roche, impiega più giorni e richiede l' assunzione di dieci dosi in cinque giorni (due al giorno) per mettere al tappeto l' agente virale, si comprende l' importanza di questo nuovo medicinale che ottiene lo stesso effetto, con un risultato sicuro e definitivo, in sole 24ore, insieme alla riduzione dei sintomi.

La Roche promette di rendere disponibile il farmaco entro poche settimane e di commercializzarlo negli Stati Uniti con il marchio Xofluza come prima linea di difesa, sottolineando però che questa molecola non è affatto un sostituto della vaccinazione annuale che va comunque effettuata, specie nei soggetti a rischio. L' influenza rappresenta ogni anno una seria minaccia per la salute.

A livello mondiale è responsabile di circa 650 mila decessi e milioni di ricoveri in ospedale. Secondo i Centers of Disease Control and Prevention statunitensi, le persone considerate a rischio di gravi complicanze influenzali comprendono quelli di età superiore ai 65anni e coloro che presentano patologie croniche e persistenti come asma, diabete, tumori, malattie cardiache o malattie polmonari croniche.

IN PEDIATRIA
La nuova molecola sarà ulteriormente studiata in un programma di sviluppo che riguarda le popolazioni pediatriche, la profilassi post-esposizione e le persone gravemente malate, ospedalizzate con influenza aggiunta, oltre a valutare il potenziale per ridurre la trasmissione nei soggetti sani. Secondo quanto comunicato dall' azienda farmaceutica Roche, in alcuni studi non clinici la molecola ha dimostrato di essere efficace contro diversi ceppi influenzali, inclusi quelli resistenti a oseltamivir e ceppi aviari (H7H9, H5H1), una ulteriore opzione terapeutica importante per molti pazienti affetti da questi virus.

La stagione influenzale in queste settimane è già a buon punto, ed è importante che le persone pratichino la vaccinazione entro fine ottobre, uno dei sistemi più efficaci e sicuri per proteggere i soggetti più fragili, i familiari e le comunità dall' infezione stagionale, per evitare eventuali complicanze che in alcuni casi possono condurre all' ospedalizzazione per le note complicanze, a volte anche gravi. Comunque è confortante sapere che oggi, grazie alla ricerca scientifica e farmacologica, esiste questo nuovo farmaco antivirale per fronteggiare l' imminente stagione influenzale, e che ingoiando una compressa saremo in grado di debellare la viremia e la durata dei suoi sintomi. Con una sola dose.

di Melania Rizzoli

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media