Cerca

dati

Sabaf in prima linea contro fuga cervelli e ignoranza digitale

Sabaf in prima linea contro fuga cervelli e ignoranza digitale

Roma, 29 apr. (Labitalia) - Il fenomeno della 'fuga dei cervelli' è ormai una costante che riguarda ogni anno circa 3.000 italiani, in prevalenza giovani e laureati. Come se non bastasse, il 22% delle posizioni lavorative resta vacante per mancanza di competenze digitali (dati ricerca Modis 2014-15) con un divario che parte dai banchi di scuola: 1 computer ogni 4 studenti, una media che ci pone tra gli ultimi posti nell’Ocse (dati Miur 2016). Se aggiungiamo il fatto che i nostri giovani hanno quasi tutti il computer in casa ma lo usano principalmente per connettersi ai social networks, è facile capire come mai il nostro paese abbia il tasso di 'ignoranza digitale' tra i più alti d’Europa.

Per incoraggiare le nuove generazioni all’utilizzo delle tecnologie informatiche e digitali (personal computer, tablet, e smartphone, e Internet in generale) non solo per attività ludiche ma anche per scopi professionali e per incentivare la nascita di nuove idee, di opportunità di lavoro e d’impresa, Sabaf - multinazionale tra i leader mondiali nella produzioni di componenti da cucina - insieme ad altri imprenditori ha aderito a Digital Universitas, un ambizioso progetto che nei prossimi mesi avrà l’obiettivo di formare giovani universitari di talento con un master gratuito per prepararli a diventare la locomotiva del nostro futuro.

“Per noi - ricorda Alberto Bartoli, Ceo di Sabaf - è fondamentale la formazione senza la quale è impossibile crescere e affermarsi, soprattutto in questa nuova era digitale. È la prima iniziativa del genere per Sabaf, ma non sarà l’ultima e si colloca nell'obiettivo più generale di entrare in contatto con le start-up più innovative. Promuovere, direttamente o indirettamente, la nascita di aziende digital oriented nel nostro territorio è in linea con la tradizione del marchio che vede nella ricerca, un must irrinunciabile. I ragazzi sono il nostro futuro e devono rendersi conto che puntiamo su di loro, che il computer è e deve essere molto più di Facebook”.

Attualmente, sono in corso le selezioni. Numerosissime le richieste soprattutto da studenti di origine straniera e ragazze; ciascuno può inviare la propria candidatura registrandosi sul portale www.digitaluniversitas.it. Ma in cosa consiste concretamente questo progetto? Con il motto 'Il futuro per i giovani, i giovani per il futuro', questo master ideato da Superpartes, incubatore di start-up e già co-fondatore di Talent Garden, inizierà a luglio e durerà 120 giorni riunendo 20 studenti selezionati in base non solo alle proprie capacità ma anche alle differenti aspirazioni.

Un originale test attitudinale online dove raccontarsi e un colloquio dal vivo sono le tappe della ricerca di ragazzi dalla mentalità digitale. Lo scopo finale è fornire loro degli strumenti per essere più competitivi nel mondo del lavoro. I 20 maturandi selezionati saranno abbinati a un’azienda che, oltre a sostenere i costi del master, offrirà loro uno stage retribuito che, se ve ne saranno le condizioni, porterà poi a un’assunzione.

I corsi sono differenti e spaziano dal management d’impresa alla digital communication, dal design for developers al coding mobile e web. Quest’ultimo aspetto è quello che sta più a cuore al marchio di Ospitaletto. Sono infatti i due indirizzi principali di Digital Universitas che consentiranno allo studente/lavoratore di portare a termine la creazione di app Android e iOS, completando tutte le fasi di sviluppo fino alla pubblicazione sullo store (Coding Mobile). Una vocazione digitale che per Sabaf trova conferma nella partecipazione alla prossima edizione di Supernova, il Festival dell’innovazione che quest’anno avrà un focus particolare proprio su questo aspetto con una marcia di avvicinamento che vuole premiare il talento e lo spirito imprenditoriale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog