Cerca

Maledetta crisi

Grecia, Atene non paga e la Croce rossa elvetica dimezza le sacche di sangue

Atene importa dai cantoni il 10% delle forniture. Ma il governo non salda il conto e la Croce rossa taglia le esportazioni. A rischio i malati

Grecia, Atene non paga e la Croce rossa elvetica dimezza le sacche di sangue

 

Grecia dissanguata. Stavolta nel senso letterale del termine. La nazione ellenica non ce la fa a pagare e la croce rossa della Svizzera si vede costretta a dimezzare la fornitura di sacche di sangue. Una decisione crudele, e non solo per le precarie condizoni economiche in cui versa Atene: la Grecia infatti è un paese ad alto tasso di anemia che è costretto ad importare dall'estero sacche di plasma, il 10% circa dalla sola Svizzera.

La questione - In una nota, Rudolf Schwabe, direttore delle doanzioni internazionali della Crs, ci tiene però a precisare: “I costi per cui sollecitiamo il pagamento riguardano la conservazione, il trasporto, le spese di laboratorio e quelle amministrative; il sangue, sia ben chiaro, viene offerto gratuitamente”. Ad ogni modo, la Svizzera prova a compensare il mancato invio delle sacche, sostenendo una campagna pubblicitaria che solleciti i potenziali donatori a farsi avanti.

Grecia dissanguata - Così, costretta a non dissanguare le esigue finanze interne, la Grecia si trova a dover dissanguare i propri cittadini: nonostante le azioni compensative della Svizzera, infatti, rimangono comunque molti i malati gravi che, in seguito alla decisione, rischiano la vita.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    01 Marzo 2013 - 11:11

    non so se è vero, dovrei controllare, ma è probabile; in Italia succede lo stesso tra Nord e Sud; al Nord le donazioni sono abbondanti al Sud scarse.. poi quando hanno bisogno chiedono aiuto..

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    01 Marzo 2013 - 09:09

    L'unione europea è una truffa creata dai potentati finanziari e da Bieldberg e trilaterale per affossare le democrazie e far comandare gli illuminati. Distruggeranno piano piano, ma le distruggeranno, tutte le nazioni mediterranee. Non è ora di prendere coraggio e smetterla di seguire tutti gli imbrogli che ci propinano? Non è meglio rischiare un pò ma evitare di morire piano piano?

    Report

    Rispondi

  • raucher

    01 Marzo 2013 - 08:08

    Quindi , se sei il primo a fregartene , non lamentarti.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    28 Febbraio 2013 - 21:09

    La Germania ha fortemente voluto l'entrata di Atene nel club europa, pur essendo cosciente che la Grecia non era alla'ltezza del compito. Ma ciò era quello che serviva alla Germania in quel momento. La Grecia è stata saccheggiata e ora che non serve più viene umiliata e svilita! Chissà se la Germania così "teutonica2 ricorda con i soldi di chi ha potuto portare avanti la riunificazione? Evviva l'europa unita!

    Report

    Rispondi

blog