Cerca

Il dramma

Dopo la condanna, è morto Ermes Mattielli. Doveva risarcire i rapinatori feriti

Dopo la condanna, è morto Ermes Mattielli. Doveva risarcire i rapinatori feriti

Non ce l'ha fatta Ermes Mattielli, l'artigiano 62enne di Velo d'Astico (Vicenza) ricoverato da due giorni all'ospedale San Bortolo dopo aver subito un infarto. Mattielli era diventato suo malgrado famoso dopo aver subito una rapina nel deposito della sua attività. Mattielli ha sparato con la sua pistola ai due rapinatori, due uomini di origine albanese, ferendoli all'interno del cortile del deposito. L'uomo era stato condannato a 5 anni e 4 mesi per duplice tentato omicidio e doveva anche risarcire i due rapinatori con 135mila euro. Una cifra che lui stesso, intervenuto pochi giorni fa alla Zanzara su Radio 24 da Giuseppe Cruciani, aveva conferma confermato di non avere, essendo stato di fatto costretto a chiudere la propria attività ed essendo rimasto senza soldi. Le condizioni di salute di Mattielli si sono aggravate nei giorni successivi alla notizia della condanna definitiva, fino al ricovero e poi al decesso in ospedale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    26 Novembre 2015 - 00:12

    Che dire? nulla mi state addosso e mi censurate sistematicamente, domani ti scrivo in privato Direttore .

    Report

    Rispondi

  • lureal1913

    06 Novembre 2015 - 19:07

    profonda vergogna per simili sentenze!disgusto!non posso scrivere cio' che penso,altrimenti dovrei risarcire qualcuno anche io!ma il "magistrato" dorme bene la notte?

    Report

    Rispondi

  • sharimo1

    06 Novembre 2015 - 18:06

    Povera Italia e poveri noi,con queste leggi tutte a favore dei delinquenti! Che fine faremo?

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    06 Novembre 2015 - 17:05

    Diego Mattielli è morto grazie a quei giudici che difendono i delinquenti.Se i ladri avessero ferito Mattielli con cosa l'avrebbero risarcito?Per i magistrati è troppo faticoso guardare l'altro lato della medaglia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti