Cerca

Verso le urne

Berlusconi e la grana del nome:
anche Bersani vuole Grande Italia

L'ex premier avverte i suoi: si va a votare a febbraio. Ma Pier e pure Miccichè rivendicano la paternità del marchio

Berlusconi e la grana del nome:
anche Bersani vuole Grande Italia

di Salvatore Dama

«Prepariamoci a una campagna elettorale con i cappotti». Silvio Berlusconi è sempre più convinto che la data migliore per tornare al voto sia in febbraio. Urne anticipate, ma non troppo. Una via di mezzo, tra la chiusura della legislatura a ottobre e la scadenza naturale in maggio, che risolve un sacco di problemi. Permette al governo dei professori di chiudere l’anno finanziario in serenità. Dà l’opportunità ai cervelloni del Ministero dell’Interno di ridisegnare la cartina dei collegi elettorali (che cambierà insieme alle nuove regole di voto). Offre al Cavaliere l’opportunità di avere il tempo sufficiente per organizzare la sua macchina da guerra definitiva. Con il titanico compito di riguadagnare posto nel cuore degli elettori moderati. Berlusconi rientrerà a Roma già dalla prossima settimana. Per seguire da vicino la trattativa con il Pd sulla nuova legge elettorale (i pilastri sono sempre due: il premio di maggioranza alla lista che prende più voti e le preferenze) e per avviare la fare operativa della costituzione del nuovo partito. 

Leggi l'articolo integrale di Salvatore Dama
su Libero in edicola oggi, sabato 25 agosto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    28 Agosto 2012 - 19:07

    Libero o meno di apprezzare Silvio.Lui aveva vinto le elzioni politiche e aveva il diritto democratico di rappresentare anche te.Il tuo schieramento politico che le ha perse,non poteva certamente aspirare a Palazzo Chigi,mi sembra logico.Ti è insopportabilmente antipatico,è umano,ma l'esperienza insegna che quello che è capitato ad uno può capitare anche ad un'altro.Magari il Presidente del Consiglio futuro,scelto da te.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    28 Agosto 2012 - 19:07

    Libero o meno di apprezzare Silvio.Lui aveva vinto le elzioni politiche e aveva il diritto democratico di rappresentare anche te.Il tuo schieramento politico che le ha perse,non poteva certamente aspirare a Palazzo Chigi,mi sembra logico.Ti è insopportabilmente antipatico,è umano,ma l'esperienza insegna che quello che è capitato ad uno può capitare anche ad un'altro.Magari il Presidente del Consiglio futuro,scelto da te.

    Report

    Rispondi

  • TheUndertaker

    28 Agosto 2012 - 14:02

    Infatti non è certo l'unico. Ma è l'unico che con una tale immagine si ostina a volermi rappresentare in qualità di presidente del consiglio dei ministri del mio paese. In quanto all'enfasi delle notizie non pensa sia normale che si dia più enfasi al Presidente del Consiglio che a qualche oscuro rappresentante del PD barese? Io si. Per farmi una idea del personaggio mi è bastato vederlo all'opera e sentirlo parlare, nessun tempo sprecato.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    28 Agosto 2012 - 13:01

    Non si tratta di pensieri o opinioni,che possono essere soggettive,si tratta come s'imposta un ragionamento tra persone civili.Se cerco di spiegare,dati alla mano,la mia opinione sugli esagerati provvedimenti penali su Silvio,tu,automaticamente pensi che io stia santificando Silvio.Invece se tu non fossi colpito da pregiudizio e aprissi a tua mente,avresti capito da tempo che questo vuol solo dire che non è concepibile da una intelligenza media,che Silvio sia l'unico.Questa disparità di presentazione dei fatti,mi fa ritenere che il gioco è truccato e come le slot machine truccate,tu stai buttando tempo ed energie dietro un personaggio creato ad arte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog