Cerca

Consiglio dei ministri

Imu, slitta l'abolizione della tassa

Enrico Letta

Né cancellata, né sospesa, forse rinviata. Tradotto: un flop, una presa in giro. L'Imu viene se tutto va bene rinvita a settembre. In pratica invece di pagarla a giugno, la verseremo tre mesi più tardi, Per quanto riguarda la cassa integrazione i fondi verranno recuperati dalle risorse già stanziate nell'ambito delle politiche del lavoro.  Il consiglio dei ministri di giovedì nove maggio non ha portato ad alcun risultato, se non la decisione di rinviare l'approvazione del decreto nei prossim giorni. Ufficialmente per definire le modalità tecniche e garantire che i Comuni non si trovino in deficit di cassa".  Immediato l'intervento di Silvio Berlusconi che all'abolizione dell'Imu ha legato la fiducia del centrodestra al governo Letta: "E' una bella vittoria ma non basta", ha detto al Tg5. "C'è l’impegno politico a sospendere la rata di giugno e ridefinire la materia riguardante la tassazione sulle proprietà immobiliari entro 100 giorni dalla data di scadenza della prima rata", ha precisato il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni. 

Problemi tecnici - Lo slittamento dell’approvazione delle misure annunciate dunque  sarebbe da attribuire esclusivamente a problemi tecnici di copertura o  di ragioneria che hanno indotto il governo a rinviare di qualche  giorno. Nessun dissidio di natura politica, ma solo un supplemento di  istruttorià contabile. In realtà è chiaro che qualcosa non ha funzionato. Pare che durante il prevertice il Pdl abbia espresso delle perplessità intendendo estendere la sospensione dell'Imu anche ai capannoni industriali. In realtà serve il via libera dell'Europa per liberare le risorse necessarie alle coperture delle misure annunciate, ma l'Europa vuole valutare le coperture prima di dare il via libera. La sospensione della prima rata dell'Imu vale due miliardi, trasformandola in un rinvio viene meno il bisogno di una copertura contabile. I mancati incassi verrebbero coperti con anticipi di Tesoreria e della Cassa dei depositi. Il timore è che alla fine pagheremo ugualmente una tassa sulla casa anche se non si chiamerà più Imu. Lo ha anticipato Libero nei giorni scorsi, e la conferma arriva dalle parole del ministro Saccomanni: "Qualche forma di tassazione sulla proprietà immobiliare dovrà rimanere. In alcuni paesi è strutturata in maniera diversa da come è fatta in Italia e ci muoveremo in questa direzione"

 

Fregatura in arrivo - L'ipotesi di cui Libero ha dato conto è che venga rivisto tutto  il sistema della tassazione sulla casa e sui servizi sostituendola con una imposta nuova di zecca: la service tax alla francese. La nuova tassa incorporerebbe infatti anche la Tares e non sarebbe più destinata ai soli proprietari di casa, ma a tutti coloro che detengono o occupano a qualsiasi titolo un immobile o una superficie operativa. L’Ics (Imposta case e servizi) a cui sta lavorando Saccomani, infatti, si porterebbe in dote anche il miliardo aggiuntivo previsto dalla Tares più il gettito attuale di Tarsu e Tia. Complessivamente si tratta di 8 miliardi, che si andranno ad aggiungere ai 4 dell’Imu. Poi, come è successo per quest’ultima, può capitare che il gettito reale (23,7 miliardi) risulti più alto di quello stimato dal governo (21 miliardi). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Frenki

    10 Maggio 2013 - 13:01

    Condivido la tua analisi, d'altra parte se non ci fossero i creduloni non ci sarebbero i venditori di fumo. Però bisogna sottolineare la capacità strategica di Berlusconi nel coivolgere il PD, con il pollo Letta, lasciandogli il cerino in mano "VEDI IMU" ben sapendo che non si può fare se non con altre tasse.

    Report

    Rispondi

  • agosman

    10 Maggio 2013 - 12:12

    Per chi non lo avesse ancora capito Berlusconi continua a farsi gli affari suoi ed a prendervi per i fondelli. Uso il voi perchè per la prima volta da vent'anni alle ultime elezioni non ho votato per Berlusconi. Quest'uomo ha raggirato ancora una volta la gente con la trovata dell'abrogazione e della restituzione dell'IMU. Un sacco di gente gli ha creduto soprattutto i vecchietti pensionati e molti polli ingenui e creduloni che si sono dimenticati in un colpo solo dell'operazione Monti del novembre 2011 che per un anno ci ha massacrati e le precedenti nefandezze contro la Libia che ci è costata qualche miliardo di euro. La fortuna di Berlusconi è che il PD pretendeva gratis i voti del M5S dato non aveva intenzione di cambiare assolutamente niente. Intanto Berlusconi si è beccato la sua condanna, non mi importa se sia giusta o sbagliata, l'importante per me è che paghi per il suo tradimento. Purtroppo pobrebbe ancora salvarsi facendo cadere il governo Letta ma per fortuna non lo farà.

    Report

    Rispondi

  • soleados

    10 Maggio 2013 - 12:12

    Chiedo se sia vera la notizia che domani a Brescia, sul palco assieme a Berlusconi ci saranno Ruby e le Olgettine.Me lo fate sapere? Continuo:con la gente che si uccide ,con le famiglie che non arrivano a fine mese...si pensa ai processi di Berlusca: VERGOGNATEVI!!!!

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    10 Maggio 2013 - 11:11

    Molti sindaci onesti lo scorso anno invece di far pagare l'IMU hanno preferito tagliare gli sprechi senza toccare i servizi e aumentare l'IRPEF,molti sindaci ci sono riusciti perchè non può farlo anche lo stato che di sprechi è il re? Volere è potere.Tutti sappiamo che i soldi dell'IMU 1°casa lo stato li ha usati solo per chiudere il buco che il PD ha fatto in MPS,dobbiamo pensare che il PD deve chiudere qualche altro buco fatto dai ladri legalizzati del PD?Caro letta non siamo fessi L'IMU 1°CASA VA ELIMINATA E VA RIVISTO IL 60% DI AUMENTO.Cosa ne è stato fatto di tutti i soldi che il governo monti ci ha estorto con forza e falsità?Smettetela di credere di essere ancora in PAPPONIA ormai NON SIETE PIU'CREDIBILI NESSUNO E PEGGIO ANCORA I GRILLINI.Ritornate sulla terra BASTA RUBARE IN CASA NOSTRA.Dovrebbero far parte di questo governo tutti questi sindaci che hanno davvero pensato ai loro cittadini piuttosto che alle loro tasche,QUESTE SICURAMENTE SAREBBERO LE PERSONE GIUSTE PER GOVERNAR

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog