Cerca

La bordata

Gad Lerner contro la Kyenge: "E' tempo di bilanci, hai fallito"

L'ex conduttore di "Zeta" impallina il ministro dell'Integrazione: "Ora è tempo di bilanci. Politicamente mancano i risultati. Ora devi fare fatti non parole"

Cécile Kyenge

Cécile Kyenge

Addio alla Kyenge. La sinistra e parte del Pd comincia a prendere le distanze dal ministro per l'Integrazione. Il bilancio di Cecile finora è fallimentare. Slogan, comizi e parole che nei fatti concreti hanno prodotto poco o nulla. L'ultima tegola sulla testa della Kyenge è caduta con il caso dei 52 genitori italiani bloccati con il loro figli adottivi in Congo. Il caso si gonfia di giorno in giorno. Libero più volte ha dato voce a quelle mamme che dal Congo chiedono un intervento del ministro dell'Integrazione per sbloccare la situazione, dato che i genitori italiani possono lasciare il Paese ma i loro figli no. Dalla Kyenge è arrivata qualche timida risposta, ma sostanzialmente il ministro ha fatto davvero poco per portare in Italia quelle famiglie e i loro bambini. Una mamma ha denunciato: "Abbiamo chiamato il ministero più volte, ma la Kyenge non ci ha mai dato ascolto". Così adesso anche a sinistra si accorgono che il ministro probabilmente sta fallendo su tutta la linea del suo incarico di governo. La Kyenge appare più impegnata a recitare slogan e a collezionare cittadinanze onorarie in tutti i Comuni d'Italia, che fare quello per cui è stata nominata ministro da Letta e Napolitano: integrare e tutelare le famiglie italiane.

Lerner contro la Kyenge - Ora anche da sinistra arrivano commenti critici sull'operato della Kyenge e a ad alzare i toni è il nuovo membro dell'Assemblea Nazioanale del Pd, Gad Lerner che da suo blog attacca il ministro: "Noi che abbiamo gioito per la sua nomina a ministra dellintegrazione, noi che ci siamo indignati per gli attacchi razzisti di cui è stata oggetto, avvicinandosi la fine dell’anno e dopo il passaggio della verifica in cui Letta neanche una parola ha speso sui diritti di cittadinanza, vorremmo chiedere a Cécile Kyenge: porterà a casa qualche risultato? Possibile che l’alleanza con Berlusconi prima e con Ncd ora abbia paralizzato completamente l’azione legislativa e amministrativa per migliorare la condizione degli immigrati stranieri in Italia? In che modo Cécile Kyenge intende esercitare la sua pressione, ed eventualmente la sua protesta, per ottenere i risultati, per esempio in materia di naturalizzazione dei minori nati sul suolo nazionale, che parevano maturi e invece paiono sfumare?".

Littizzetto boccia la Kyenge - Infine anche Luciana Littizzetto, da sempre schierata sulle sponde di sinistra ha abbandonato la Kyenge. In una puntata di fuoco del suo show radiofonico "La Bomba" su radio Deejay, "Lucianina" ha ospitato la voce di Mammeonline che hanno chiesto al ministro un intervento immediato per sbloccare la questione congolese. Al coro si è unita anche la Littizzetto. Insomma i "peana" e gli "osanna" di qualche mese fa sulla Kyenge da parte della sinistra sono finiti. Ora gli amici di un tempo la mettono in discussione...

 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio_collarin

    15 Dicembre 2013 - 17:05

    tra tanti visi pallidi...

    Report

    Rispondi

  • JeffBeck

    15 Dicembre 2013 - 15:03

    CHE LA SINISTRA COMINCIA A PRENDERE LE DISTANZE DALL'ORANGO,LA DECISIONE FINALE E QUELLA DI PRENDERLA A CALCI IN CULO E RIMANDARLA IN AFRICA.

    Report

    Rispondi

  • mario baldari

    15 Dicembre 2013 - 09:09

    l'hanno già fatta nel 1961 a Kindu.

    Report

    Rispondi

  • mario baldari

    15 Dicembre 2013 - 09:09

    ... nel giro di dieci minuti dei tredici "americani" non era rimasto che qualche brandello di divisa e una grande macchia di sangue. La sera, tra le sordide capanne della città indigena, venne festeggiato l'avvenimento e si tenne un banchetto. Il prigioniero racconta di aver preso il berretto durante il massacro; inoltre dice di sapere che una gamba di un "americano", avvolta in foglie di banano, era stata inviata, come regalo di nozze, in un villaggio dell'interno". L'autore del resoconto pone inquietanti interrogativi: "Perchè raccontare frottole? Che cosa contengono le bare inviate a Pisa?" La risposta non é mai arrivata. Quanto dista il villaggio della Kyenge da Kindu? e perché non la si invita a una commemorazione per saldare i rapporti fraterni Congo-Italia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog