Cerca

La manina dei mercati

Spread, il crollo durante il faccia a faccia tra Conte e Juncker: come godono i mercati

12 Dicembre 2018

0
Spread, il crollo durante il faccia a faccia tra Conte e Juncker: come godono i mercati

Da tempo non si vedeva un crollo dello spread di questa portata. L'accordo ottenuto da Giuseppe Conte a Bruxelles sulla manovra economica e la riduzione del deficit al 2,04% ha messo d'accordo tutti, tranne il Movimento Cinque Stelle che appena due mesi fa esultava sul balcone di Palazzo Chigi sventolando il rapporto deficit/Pil al 2,4%, mai passato.

I mercati hanno praticamente esultato già nel corso della trattativa tra Conte e Jean Claude Juncker a Bruxelles. Mentre era ancora in corso il faccia a faccia tra i due, il differenziale tra i titoli di Stato italiani e tedeschi è passato da 281 punti alle 13.35 a 274 appena dieci minuti dopo, per chiudere quindi la giornata delle contrattazioni a 273 punti base. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media