Cerca

Malta soccorre barca di somali

Ue-Berlusconi: caso chiuso

2 Settembre 2009

3
Malta soccorre barca di somali
Navigavano nel Canale di Sicilia, su un gommone. I 96 somali, tra cui 26 donne (4 incinta) e due bambini, sono stati soccorso all'alba dalla Marina maltese: le loro condizione sono buone. La barca era in forte difficoltà per il mare forza 5 e stava andando alla deriva, rischiano di affondare. Martedì pomeriggio gli stranieri, privi di giubbotti di salvataggio, avevano lanciato l'Sos satellitare e la segnalazione era stata inviata al centro operativo di Luqa Barracks intorno alle 17 dal rappresentante dell'Unhcr a Malta. L'agenzia Onu per i rifugiati era stata a sua volta informata dalla ong Jrs (Jesuit Refugee Service), dopo che uno degli uomini a bordo era riuscito a contattare telefonicamente un suo parente somalo che vive sull'isola.Nel Canale di Sicilia ci sono altre imbarcazioni in difficoltà a causa del mare grosso e sono arrivate diverse richieste di soccorso”, ha spiegato un portavoce delle forze armate maltesi.

Intanto l’Europa mette la parola fine alla polemica scoppiata in seguito alla presa di posizione del premier Silvio Berlusconi circa il ruolo dei portavoce di Bruxelles: “È stato frutto di un malinteso sorto su alcune dichiarazioni, penso che la situazione sia stata chiarita”, ha detto il portavoce della Commissione e del presidente Barroso, Johannes Laitenberger. “Non vedo la necessità di portare avanti polemiche e speriamo che la questione si possa considerare chiusa”. Laitenberger ha quindi chiarito il ruolo dei portavoce: «Sono i microfoni che diffondono la voce del livello politico di Bruxelles: non parlano a proprio nome, ma su istruzione dei commissari» ha detto, ribadendo la collegialità dell'esecutivo europeo, dove ognuno ha responsabilità per il suo settore.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piero1939

    03 Settembre 2009 - 15:03

    primo il cana si chiama di sicilia ma erano in acque maltesi. chiaro?, e poi quanti sbandati ha salvato l'italia. perche' continuate a rompere i maroni con questa storia. chi paga questi interventi mi piacerebbe saperlo. dopo l'aquila propongo di costruire una piattaforma in mezzo al mare di sicilia in acque neutre dove fare attraccare tutti i gommoni di questa terra. cosi' sara' finita. farei una dubai per rifigiati e non e donne in cinta con bambini affamati. il tutto sovenzionato dagli arabi emiri e seicchi. l'europa e l'italia mettono il know how.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    02 Settembre 2009 - 20:08

    Ancora immigrati Ma non c'è nessuno che avvisa questi disperati che verranno respinti e quindi spenderanno inutilmente migliaia di dollari con il rischio di rimetterci anche la pelle ? Ma partono comunque,e io mi chiedo dove prendono tutto quel denaro e i telefoni satellitari per chiamare i soccorsi,e i costosi gommoni d'altura che portano 80 persone?Quanti interrogativi ed altrettanti dubbi su questa situazione.

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    02 Settembre 2009 - 17:05

    Ho il vago sospetto che sotto l'improvviso ripresa di arrivi di barche di clandestini ci sia un sabotaggio della sinistra clerical comunista oppure del pazzo gheddafi a cui non è andata giù la faccenda delle frecce tricolori piuttosto che verdi.La furbizia che stanno usando poi è il fatto di lanciare s.o.s. in maniera di costringere al soccorso,cosa che prima non succedeva ,e fare più scalpore nel caso non li aiutassero.Come si fa a non pensare che ci sia dietro l'istigazione di qualcuno? Speriamo che il governo non si lasci impressionare dal giudizio della ue o dei cattocomunisti e continui imperterito nei respingimenti,se cede ora avremo l'invasione totale

    Report

    Rispondi

media