Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus e migranti, il tunisino rimpatriato prima dell'esito del tampone. Rischio contagio per cento poliziotti

  • a
  • a
  • a

Una quarantina di cittadini tunisini irregolari pronti ad essere rimpatriati, ma in attesa del risultato dei tamponi. Qualcuno però ha fatto partire il volo prima che si conoscessero i risultati del test-covid sugli stranieri e, guarda caso, uno degli irregolari era risultato positivo. Immediatamente i poliziotti che si sono occupati del rimpatrio sono stati messi in quarantena perché rischiano di contrarre l'infezione. 

 

 

 

 

Il caso, scrive il Tempo, è stato segnalato dal segretario generale del Sap, Stefano Paoloni, che ha scritto al capo della Polizia Franco Gabrielli. "A causa di tale episodio tutti i colleghi provenienti dai diversi uffici del territorio nazionale sono stati posti in quarantena il 23 ottobre e, solo dopo la mappatura dei contatti stretti con il cittadino extracomunitario, sono state adottate misure nei confronti degli operatori che hanno avuto contatti stretti con il medesimo ed è inaccettabile che il volo di rimpatrio sia stato effettuato prima di conoscere l'esito dei test", conclude Paoloni.

Dai blog