Cerca
Logo
Cerca
+

Autonomia, Massimo Cacciari inchioda il Pd: "Sciagurati, la colpa è della sinistra"

 Massimo Cacciari

  • a
  • a
  • a

Levata di scudi della sinistra contro l'Autonomia differenziata. Levata di scudi ipocrita, considerato che molti, a sinistra e da Stefano Bonaccini in giù, hanno sempre sostenuto la riforma. E così, al netto di quello che si possa pensare della riforma, a cui è contrario, a mettere i proverbiali puntini sulle "i" ci pensa Massimo Cacciari, che mette in chiaro alcuni punti decisivi interpellato da Affaritaliani.it.

"Il pasticcio - spiega il filosofo ed ex sindaco di Venezia - è nato dalla riforma del Titolo V fatta dal Centrosinistra e dal governo Amato II nel 2001. Una riforma scandalosamente confusa che non ha eguali nella storia costituzionale di tutta Europa. Quella riforma fu fatta da un governo di Centrosinistra per cercare, senza gran successo a dire il vero, di arginare l'avanzata della Lega Nord nelle regioni settentrionali", premette.

 

Insomma, la sinistra e il Pd hanno davvero pochi argomenti per scendere in piazza a protestare contro l'Autonomia. "La colpa originale di tutto ciò che sta accadendo oggi con l'approvazione dell'autonomia regionale differenziata è proprio di quel sciagurato cambiamento del Titolo V della Costituzione approvato da una maggioranza di Centrosinistra, in particolare con il caos delle materie concorrenti tra governo e regioni - riprende Cacciari -. Ora siamo solo all'ultimo atto di ciò che è cominciato nel 2001. Nel frattempo, però, il mondo è cambiato e se il processo di decentramento di poteri e di funzioni dallo Stato centrale verso le regioni non viene eseguito con cura e razionalità si rischia un indebolimento dell'Italia come Paese. Tutti gli Stati europei stanno andando verso un rafforzamento del centralismo, viste le crisi internazionali e le guerre nel mondo, e noi andiamo in senso opposto. Un pericolo serio. Ma, ribadisco, la colpa originale è della riforma del Titolo V fatta nel 2001", conclude Massimo Cacciari la sua sonora lezione alla sinistra e ai dem.

 

Dai blog