Cerca

il "bolide"

Meteorite sulla Sardegna, un'esplosione potentissima. La Nasa: mai vista una roba così, valori preoccupanti

20 Agosto 2019

3
Meteorite sulla Sardegna, un'esplosione potentissima. La Nasa: mai vista una roba così, valori preoccupanti

Il meteorite che è caduto in Sardegna nella notte del 16 agosto era così grande da rilasciare nell'atmosfera un'energia stimata di 0,1 chilotoni. Il sito della Nasa che censisce tutti i "bolidi" che raggiungono l'atmosfera terrestre, ha appena pubblicato i dati e ha parlato di valori "preoccupanti", anche se non c'è stato alcun pericolo per le persone.

Il meteorite aveva un diametro appena inferiore ai due metri, tra i 160 e 200 centimetri, la deflagrazione è iniziata sui cieli della Sardegna, o appena ad ovest. Non appena a contatto con l'atmosfera il meteorite è presumibilmente esploso a circa 120 chilometri dalle coste occidentali della Sardegna, probabilmente raggiungendo il suolo in mare aperto. Dal database della Nasa risulta essere il secondo evento tra i più potenti dal 1988 ad oggi avvenuti nel Mediterraneo occidentale, ed il maggiore mai censito in Italia. Per altro, risulta tra i maggiori impatti avvenuti in Europa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    20 Agosto 2019 - 13:16

    Se avessi potuto teleguidarlo, lo avrei indirizzato certamente nel posto giusto! Quale secondo voi?

    Report

    Rispondi

  • michelezuffante

    20 Agosto 2019 - 13:06

    Sarà colpa dei cambiamenti climatici?

    Report

    Rispondi

  • laghee

    20 Agosto 2019 - 12:56

    magari fosse caduto oggi sul nostro parlamento !!

    Report

    Rispondi

"Ecco chi sono i veri sciacalli". Coronavirus, Bechis inchioda Conte & Co: il video clamoroso

Coronavirus, la risposta dei ragazzi veneti alla giornalista: "Paura? No, noi abbiamo l'alcol. Ci proteggerà"
Coronavirus, l'annuncio di Attilio Fontana: a quanto sono arrivati gli infetti in Lombardia
Coronavirus, l'allarme del professore Ippolito: "È una guerra che vogliamo combattere"

media