Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, “È sicuro e ben tollerato”: il vaccino della IRBM di Pomezia sta funzionando

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

L’asse Oxford- Pomezia funziona. I test sul vaccino anti Covid-19, autorizzati a Londra, su circa 550 persone che si sono sottoposte in modo volontario hanno dato risultati positivi. Al momento stanno tutte bene. Dopo l’estate potrebbe esserci la vaccinazione per i soggetti più deboli.

La IRBM di Pomezia, che fa capo a Piero Di Lorenzo insieme ai figli Daniele Di Lorenzo e Ilaria Di Lorenzo (manger della società), è un vero fiore all’occhiello. Questa società ha già scoperto il vaccino contro l’Ebola, adesso ha accelerato il lavoro di equipe per testare il vaccino quello anti Covid-19 sull’uomo. Ci sarebbero già varie società farmaceutiche pronte a acquistarlo. Tra queste c’è la multinazionale Astra Zeneca, che potrebbe distribuirlo a livello mondiale adottando il modello no profit. Quindi senza lucro.

In Italia nell’istituto di Pomezia si lavora notte e giorno con risultati soddisfacenti. Secondo le indiscrezioni che arrivano da Oxford il vaccino “è sicuro e ben tollerato". Questa è la buona notizia che tutti ci aspettavamo. Boris Jhonson, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe annunciarlo a breve.

Il vaccino italiano della IRBM è l’unico dei sei in circolazione che sta dando risultati positivi. “Entro dicembre, se tutti i test daranno gli esiti positivi che ci auguriamo, ci sarà un primo stock di vaccino anti-Covid disponibile per iniziare la vaccinazione di alcune categorie più fragili", fa sapere il presidente di Irbm Pietro Di Lorenzo

Dai blog