Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luttwak: "Silvio Berlusconi negli Usa sarebbe in carcere"

default_image

Lucia Esposito
  • a
  • a
  • a

Il politologo americano Edward Luttwak  spara ad alzo zero contro Silvio Berlusconi. E riesce a superare perfino Marco Travaglio quando teorizza che nonostante l'età il Cav potrebbe andare in carcere perché ha una fidanzata. Intervistato a La Zanzara su Radio 24, dice: "Chi oggi in Italia vota ancora per Berlusconi è una persona con nessuna etica, è come non avere la capacità di sentire la puzza. In una democrazia devi semplicemente sentire la puzza e uno condannato per frode fiscale puzza". Sente anche l'esigenza di fare un esempio: " Negli Stati Uniti un reato come quello di Berlusconi, la frode fiscale, come minimo lo portava in cella per cinque anni. Veniva arrestato subito dopo il processo, gli danno solo il tempo di mettere le cose a posto. E la questione dell'età non esiste. Una persona ha fatto 3 anni di prigione per non aver pagato 5 mila dollari di tasse. E aveva più di 73 anni”. “Sostenere – prosegue Luttwak - che non puoi mettere gente in prigione perché ha più di 70 anni è ridicolo, oggi i settantenni fanno paracadutismo e Berlusconi ha una fidanzate a 76 anni. Quindi può andare tranquillamente in prigione, dietro le sbarre”. “Io sono sicuro – dice ancora il politologo americano – che il Cavaliere sia vittima di una persecuzione dei procuratori di sinistra, di gente che lo odiava e invidiava e molti dei processi non dovevano essere fatti. Ma alla fine è stato condannato per frode fiscale, che è il furto contro ogni cittadino".  

Dai blog