Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quagliariello a Belpietro: "Il Vaticano non c'entra con il Ncd"

Dopo la nascita del Nuovo Centrodestra, capeggiato da Angelino Alfano, un gruppo di esponenti del Popolo della Libertà, che è diventata ora Forza Italia, non ha aderito al nuovo partito. E qualcuno ha ipotizzato che dietro la creazione della nuova formazione ci sia una regia. Interlocutore de La telefonata di Maurizio Belpietro, Gaetano Quagliariello, il ministro delle Riforme istituzionali che ha seguito Alfano nella nuova coalizione di centrodestra: "Io non sono uscito da nessun partito - ha puntualizzato il ministro -. Io ho semplicemente non aderito a un nuovo partito che nasceva". "Non abbiamo abbandonato qualcosa. Perché io sono stato eletto nel Pdl, non in Forza Italia. Quando si rinnova un patto associativo, si vedono le regole". Poi, in riferimento alla ricostruzione odierna fatta da Repubblica, che ha aggiunto un altro tassello al mosaico della scissione del Pdl, parlando di una tela tessuta in Vaticano, attraverso veri e propri incontri in piazza Pio XII, organizzati da Monsignor Rino Fisichella (ex cappellano di Montecitorio ed ora titolare del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione) e a cui avrebbe partecipato lo stesso Quagliariello, il ministro obietta: "Mai stato in Vaticano, mai fatto una riunione politica su questi argomenti con Monsignor Fisichella". "Non siamo ispirati al Vaticano, Nuovo Centrodestra è un partito che sta nel centrodestra". 

Dai blog