Cerca

Annuncio della Bce

L'euro si rifà il trucco:
si parte con la banconota da 5

Da maggio 2013 il nuovo look della moneta unica, a undici anni dal suo lancio. I tagli restano invariati

L'euro si rifà il trucco:
si parte con la banconota da 5

Arriverà tra sei mesi la nuova serie delle banconote in euro. La banca centrale europea ha annunciato che il primo taglio a rifarsi il look (a dodici anni dal lancio della moneta unica) sarà quello da 5 euro. A seguire, sarà rinnovato ogni anno un altro taglio. I tagli, comunque, resteranno invariati tanto per le banconote quanto per le monete, mentre saranno aumentati i meccanismi di sicurezza contro i falsari. Se per il primo set di banconote - in circolazione dal primo gennaio 2002 - furono scelti elementi architettonici anonimi - per evitare collegamenti diretti a un qualsiasi paese dell’Eurozona, sulla  prossima generazione campeggerà Europa, la principessa fenicia che la mitologia vuole essere stata rapita da Zeus e che ha dato nome al nostro continente. Ai dubbi di quanti obiettano sulla opportunità di richiamare   proprio le radici elleniche della cultura europea nel momento in cui Atene rischia di uscire dall’euro, a Francoforte  si obietta che tale immagine richiama proprio le fondamenta storiche dell’Europa, rilanciando un messaggio di unità. La sostituzione periodica delle banconote - che la Bce aveva in programma per il 2011 ma che ha continuato a rimandare - è una prassi comune per le banche centrali, motivata da ragioni di sicurezza. Intanto il presidente della Bce, Mario Draghi torna sul problema spread e accusa la politica: "Errori politici compiuti in passato che ora vanno corretti e contrastarli è ora la priorità della Bce in quanto impedisce un'adeguata trasmissione della politica monetaria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    09 Novembre 2012 - 18:06

    fuori dall'euro lo era già due anni fa. Molto più Semplicemente la volpe Merkel la tiene in vita per rimetterci il meno possibile. Questo è, il resto tutte balle.

    Report

    Rispondi

  • 78bastian78

    09 Novembre 2012 - 09:09

    Basta con questa dittatura dell'euro, basta con la balla del debito, e con la presa per il c..o dello spread, gli stati per tornare forti hanno bisogno della propria sovranità monetaria e politica è stato detto che l'euro era uno strumento ebbene questo strumen to abbiamo

    Report

    Rispondi

  • rexrixray

    09 Novembre 2012 - 09:09

    Concordo con te beatles14, e aggiungo che ci vorrebbe l'esilio forzato in un paese con l'Euro, dove possono attaccarseli dove dico io...De-Eurizziamo l'Italia! Via questo mostro ingannatore, e fuori dall'Europa! Chi dice "irreversibile" è colluso. Ora Basta davvero!Siamo stufi.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    09 Novembre 2012 - 00:12

    è il più colossale imbroglio che la storia ricordi, ma certi cretini, anche qui, continuano a sostenere monti e a dire che l'euro è INEVITABILE. Chi fa queste affermazioni, invece, andrebbe messo al muro altro che augurarsi un altro governo del lungo/scemo/ladro e imbroglione. Svegliatevi non vedete che i popoli sono alla fame? NON ABBIAMO COLPA NOI RIBELLIAMOCI!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog