Cerca

Son dolori...

Draghi, la mazzata che fa saltare l'Italia. Mister Bce ci condanna: cosa ci accadrà

La mazzata di Draghi all'Italia. Crisi finita? La condanna della Bce

L'entusiasmo per la storica riduzione dei tassi da parte della Bce, con Mario Draghi portato sugli scudi da mezzo governo Renzi, adesso si sta trasformando in pacato risentimento visto quanto è stato scritto nell'ultimo bollettino economico sfornato a Francoforte. Gli economisti della Banca centrale europea hanno messo nero su bianco un messaggio forte e chiaro rivolto a Paesi nelle stesse condizioni dell'Italia, cioè quelli con "alti livelli di indebitamento" che restano "particolarmente vulnerabili a un rialzo dell'instabilità nei mercati finanziari" e "la loro capacità di adattamento a possibili choc avversi è piuttosto limitata". La barca su cui viaggia l'Italia ospita altri sette Paesi europei e naviga in acqua agitate: "sono esposti a rischi elevati per la sostenibilità del bilancio pubblico nel medio periodo" e quindi la Bce sollecita "ulteriori sforzi di risanamento" dei conti".

La ripresa - Che la crisi stia passando, qualche segnale comincia a dirlo, per quando la stessa Bce ammetta che "la ripresa economica dell'area euro sta proseguendo, anche se a ritmi inferiori a quelli attesi agli inizi dell'anno sulla scia dell'indebolimento del contesto esterno". I dubbi restano sui tempi di uscita dal tunnel, che secondo Francoforte saranno molto più lenti del previsto, soprattutto per colpa di Paesi come l'Italia: "le prospettive per la crescita continuano nell'insieme a indicare una ripresa graduale e disomogenea". Già quest'anno le stime di Franforte sono passate dall'1,7% all'1,4%.

Futuro - Da parte sua, la Bce si aspetta "stabilità dei prezzi" con i tassi di interesse di riferimento che rimarranno "su livelli pari o inferiori a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo, ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    11 Aprile 2016 - 12:12

    La BCE non è una banca centrale normale e non può governare l'Euro come invece la Federal Reseve governa il Dollaro . L'europa è una costruzione raffazzonata ed imperfetta di unione di Stati e queste caratteristiche impediscono qualsiasi politica monetaria che si rispetti .Fin che continuano a non volerlo capire, l'Europa sarà foriera di povertà e si disferà come la neve al sole.

    Report

    Rispondi

  • GiulianaBaudone

    11 Aprile 2016 - 12:12

    Chiaro.. Renzi non è all'altezza della situazione. Probabilmente non ha capito che il suo Governicchio è poco capace anche a reggere Firenze.....il giudizio di molte persone ...di sinistra...oggi confermano l'incapacità di questo personaggio arrogante e scellerato. Il problema serio è che, a mio avviso, Mattarella non ha li attributi per mandarlo a casa. Questi sono i regali di Napolitano.....

    Report

    Rispondi

  • arwen

    26 Marzo 2016 - 08:08

    Ecco, in poche parole, cancellate le tonnellate di ca...te che il pinocchietto ha continuato a raccontare per mesi......Oppure anche la BCE è popolata di gufi?

    Report

    Rispondi

blog