Cerca

Allarme in Gran Bretagtna

Dentista sporcaccione, 22mila pazienti a rischio epatite e hiv

Dentista sporcaccione, 22mila pazienti a rischio epatite e hiv

Oltre 22mila pazienti ed ex pazienti di un dentista del Nottinghamshire sono stati richiamati dall’Nhs, il servizio sanitario nazionale britannico, per una campagna di analisi del sangue, con il sospetto che molte persone siano state contagiate dal virus dell’Hiv o dell’epatite in uno studio dentistico che non rispettava, secondo le accuse, le minime regole igieniche. La Bbc ha anche dato un nome e cognome al medico, Desmond D’Mello, che, secondo le accuse provenienti dal servizio sanitario, non si lavava le mani, non cambiava i guanti fra un paziente e l’altro e spesso non sterilizzava gli strumenti di lavoro. Queste le accuse, appunto, dell’Nhs, che ora mette in allerta tutte le persone che si sono curate nel suo studio nel corso degli anni. Secondo la stampa briannica, di queste 22mila persone, ci sarebbe un’alta probabilità che circa 160 siano state infettate da un qualche virus trasmesso per via
ematica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog