Cerca

India, stuprata e bruciata viva

Non ha voluto tradire il marito

India, stuprata e bruciata viva
 Una donna indiana, bruciata viva dopo essere stata stuprata da quattro uomini per non aver voluto tradire il marito, è morta ieri sera a Mumbai a causa della gravità delle ustioni riportate sul 90% del corpo. Lo scrive oggi il quotidiano Indian Express. Vittima di questa violenza è stata Radiya Raja Devendra, 24 anni, madre di due figlie e sposata con uno spazzino comunale della capitale industriale dell'India. La vicenda, nonostante la sua gravità, è riportata in una pagina interna del giornale a riprova di un fenomeno che evidentemente in India non risulta eccezionale. La polizia ha immediatamente arrestato quattro uomini sulla base sia della denuncia fatta dalla stessa vittima prima di morire sia del racconto della sorella minore della donna che è stata testimone oculare della furia della banda. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, Radiya aveva ripetutamente rifiutato di avere "una storia" con un uomo, Nitya Devendra, che nel 2004 aveva cercato di sposarla, senza ottenere il consenso dei genitori di lei. Da allora il pretendente respinto ha continuato a insidiare la donna, che ha taciuto per paura, e lunedì scorso, di fronte a un ennesimo no, ha chiamato due suoi fratelli e un amico per organizzare l'aggressione finita in tragedia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianfrius55

    23 Settembre 2009 - 17:05

    ...c'è molto di vero in quel che leggo da parte di dellelmodiscipio e in parte mi trova concorde,se non chè...in nome di false civilizzazioni si sono sterminate popolazioni dotate di alta cultura e non solo,tipo Incas,Maya,Aztechi tanto per citarne alcune. In nome di civiltà rischiano l'estinzione popoli che vivono in assoluta pace in amazzonia,gli vengono portati via territori e disboscate intere regioni, e di ciò ne traiamo danno anche noi.Rivolgo una domanda a coloro che predicano la civiltà: che ne dite se domani,in nome della stessa civiltà,venissero dei popoli in europa e sterminassero tutti per portare una nuova e ben più alta civiltà? La verità non sta da una parte sola,non è una,ma dipende dai punti di vista,da mille sfacettature.Continuo a ritenere che un popolo sovrano,autonomo,dotato di leggi proprie abbia il diritto di autodeterminarsi. Le ingerenze sono una violenza,poi si può discutere se la maggior parte di quel popolo vuole cose diverse,allora sì che si può cominciare a discuterne ma lo devono volere in primis loro. Perchè con tanta enfasi non ci si accanisce contro la cina? Mi risulta che non abbiano il minimo rispetto per gli animali,per gli esseri umani,mi risulta esserci una dittatura anche feroce,o NO? Forse perchè fa comodo per le relazioni commerciali? Forse perchè sono + di 1,5miliardi e quindi troppi per tutti?? Perchè non ci si accanisce contro i dittatori macellai RUANDESI che sterminano a colpi di macete donne,bambini e anziani solo perchè di diverse etnie?Il mondo NON è globale,è l'insieme di popoli che hanno culture,religioni,tradizioni,abitudini diverse tra loro ed è giusto che nessuno modifichi niente in casa altrui. E' più semplice,nella difficoltà,modificare noi stessi in funzione degli altri. Gian

    Report

    Rispondi

  • dellelmodiscipio

    23 Settembre 2009 - 15:03

    Una mia amica che è stata un periodo laggiù come volontaria mi ha raccontato che vedeva donne ustionate che parlavano di "incidente" ma in realtà tutti sapevano che le ustioni erano dovute a pratiche tipo uccidere col rogo le vedove. Sicuramente i giornali non ne parlano abbastanza e siccome ho un odio-amore per gli inglesi dico malignamente che le arretratezze indiane non sono pubblicizzate con altrettanta enfasi di quelle di altri paesi, quelli "arabi" per esempio, o comunque quelli in cui la CIVILIZZAZIONE britannica non ha avuto modo di espandersi cent'anni fa. Comunque, è una realtà questa della violenza sulle donne indiane che grida vendetta davvero al cospetto del mondo civile. Pertanto, mi complimento con Libero per aver pubblicato la notizia, lo invito a non discriminare, nelle notizie su cose nefande e ripugnanti come questa, fra ciò che è di origine islamica (i tagliagola) e ciò che è di origine indù (bruciatori di vedove e abortisti dei feti femmina). Alla faccia degli integralisti antislamici e alla faccia dei sostenitori della putrida TEORIA DEI POPOLI!

    Report

    Rispondi

  • gianfrius55

    23 Settembre 2009 - 14:02

    ...lei scrive liberamente sul blog,altre persone hanno lo stesso diritto di farlo, è quando la discussione si dipana in modo educato e civile che va tutto bene e anzi fa bene al dialogo. Lei mi sembra non sopporti le opinioni diverse dalle sue,se tutto ciò non le sta bene ha un grande potere nelle mani...cliccare su altri blog,o forse conosce solo"ho ragione io e basta". Se è così cerchi un blog adatto a lei e tutti quelli come lei. Gian

    Report

    Rispondi

  • gianfrius55

    23 Settembre 2009 - 14:02

    ...1° provi a dialogare in altro modo,se ne è capace,si intende. 2° O mi da del lei o del tu si decida. 3°Mi sembra di aver scritto in modo civile ed educato,può dire la stessa cosa,lei? Bel democratico...complimenti!! Intelligentone lo dia a suo fratello,intanto, e si rivolga alle persone con più educazione che da come scrive è peggio degli islamici...integralista che non è altro!!! Gian...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog