Cerca

Inghilterra, non toglie burqa

Studentessa fuori dal college

Inghilterra, non toglie burqa
Una studentessa musulmana inglese di 18 anni è stata cacciata dal college perchè si è rifiutata di togliere il burqa. Lo scrive oggi il Daily Mail online. La ragazza, Shawana Bilqes, che frequentava il college a Burnley, città nella contea di Lancashire, ha affermato di aver ricevuto una lettera «che diceva che avrei potuto continuare il mio corso solo se avessi smesso di portare il velo». «Il velo è una mia scelta - si è giustificata la ragazza - ho cercato di trovare un compromesso con la scuola, ma loro non hanno sentito ragioni». Il preside del college ha motivato la decisione definendo il burqa una barriera «per la sicurezza e la comunicazione». «Vogliamo mantenere standard elevati di insegnamento e apprendimento - ha spiegato il dirigente - Per fare questo è necessaria una libera comunicazione fra insegnanti e allievi, che non è possibile se la faccia di tutti gli studenti non è totalmente visibile». La questione del burqa nelle scuole, molto discussa in diversi Paesi, è stata risolta in Francia nel 2004 con una legge che lo vieta. Anche l'Egitto, nell'ultimo mese, ha annunciato la decisione di bandire il velo integrale dalle scuole pubbliche, dopo che il grande Iman dell'università al Azhar aveva vietato l'uso del niqab nelle scuole legate al centro teologico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    25 Ottobre 2009 - 22:10

    Ma se vuole tenersi il burka che vada in arabia e con lei anche tutti gli altri beduini che sono qui.

    Report

    Rispondi

  • vauban73

    24 Ottobre 2009 - 16:04

    Il dramma, MrJeckyll, è che la kefiah non ce l'hanno solo intorno al collo, ma direttamente su quei pochi neuroni che si ritrovano nella scatola cranica. Comunque, se non ce l'hanno fatta in 14 secoli, non ce la faranno neppure adesso. Molta gente stà cominciando a svegliarsi e non penso proprio che cederà facilmente le libertà occidentali in cambio del cencio in capo ed i berci dei muezzin. La nostra salvezza è nella maggioranza silenziosa, civile sì, ma non cogliona. Il cosiddetto "popolo" che la sinistra sinistrata disprezza tanto. Quanto alla geopolitica: che Dio ce la mandi bòna...ci ha salvato dal comunismo, speriamo che compia l'ennesimo miracolo... Sarà dura ma:"Non prevalebunt"...

    Report

    Rispondi

  • mrjeckyll

    24 Ottobre 2009 - 16:04

    Il grande Reza Palhavi aveva fatto progredire l'Iran di secoli in pochi anni, sostituendo alla barbara Legge Islamica il codice civile e penale italiano e francese, aveva nazionalizzato i pozzi di petrolio che dal 1908 erano sfruttati prima dai Britannici e dai Sovietici poi, aveva riformato le scuole e l'agricoltura, eliminando una specie di latifondismo culturale in cui i leader religiosi islamici la facevano da padroni schiacciando i contadini ignoranti da una parte e dall'altra indottrinando all'Islam gli studenti, e aveva vietato il burka nei posti pubblici: in altre parole, con un serio regime ispirato a Benito Mussolini e Adolf Hitler, stava deislamizzando l'Iran per lanciarlo in un futuro di modernità; anche il nome Iran si deve a lui: non era più l'antica Persia, era il paese che aveva dato origine agli Ariani, non a caso era il principale partner commerciale del III Reich. Poi hanno perso la guerra. Diceva John Kennedy "l'Iran è l'estremo baluardo degli interessi USA in Medio Oriente". Infine nel '79 il ritorno dell'ayattolah ... e adesso gli USA non sanno più come risolvere i casini che hanno combinato negli ultimi sessant'anni, mezzo secolo di politica democratica occidentale, cioè una politica di opportunismo corrotto e incoerente. Con la differenza che l'America, anche per semplici fattori geografici e demografici, non sarà mai islamizzata. L'Europa, al contrario, si presta perfettamente: è l'obiettivo che l'Islam si è posto fin dagli esordi, sono passati quasi 14 secoli, che sia la volta buona? Chissà cosa risponderebbe Francescini o Bersani. Bertinotti, non vuole più rispondere, forse per l'età, forse perchè non crede più nel Capitale di Marx ma forse anche perchè ha capito che il Corano di Maometto non è migliore. Intanto i giovani elettori di Rifondazione Comunista, il giovane popolo arcobaleno, hanno tutti il KEFIA al collo ...

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    24 Ottobre 2009 - 15:03

    altrimenti fa scoppiare un incidente diplomatico.

    Report

    Rispondi

blog