Cerca

Papa: “Per una pace stabile serve il rispetto dei diritti”

Nuovo appello ai cristiani in Medio Oriente: "Perseverate nella fede"

8
Papa: “Per una pace stabile serve il rispetto dei diritti”
Nuovo appello del Papa - Benedetto XVI torna a invocare "il dono di una pace stabile e di una solida convivenza per la Terra Santa, l’Iraq e l’intero Medio Oriente". Condizione necessaria perché ciò sia possibile, sottolinea il Papa, "è il rispetto dei diritti della persona, delle famiglie, delle comunità e dei popoli", dunque il superamento di "tutte le discriminazioni religiose, culturali o sociali". Queste le parole pronunciate dal Papa in occasione dell’Assemblea della Riunione per l’Aiuto alle Chiese Orientali  a cui era presente anche il nunzio a Gerusalemme Antonio Franco e il custode di Terra Santa Pierbattista Pizzaballa.

Perseverare nella fede
- "I responsabili delle nazioni - scandisce dunque il Pontefice - garantiscano in maniera reale, senza distinzione e ovunque, la professione pubblica e comunitaria delle convinzioni religiose di ciascuno". Nel suo discorso, Ratzinger si rivolge direttamente anche ai cristiani del Medio Oriente che esorta a perseverare nella fede e, malgrado i numerosi sacrifici, a restare lì dove sono nati. "Allo stesso tempo - aggiunge - esorto i migranti originari dell’Oriente e non dimenticare le loro origini, specialmente quelle religiose. Ne dipende la loro fedeltà e la loro coerenza umane e cristiane. Desidero rendere un omaggio particolare ai cristiani che subiscono violenza a causa del Vangelo. Il pontefice
confida nei "responsabili delle Nazioni perché garantiscano realmente, senza distinzioni e in ogni luogo la professione pubblica e di comunità delle professioni di fede di ognuno".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Prove materiali di sopravvivenza. Uso postemobile... Dopo 20 anni moratti con me non magna più. Si affidasse a belen, la mandasse a battere... :)

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Santità il Cielo è sordo ai soli richiami orali. C'è un antico aforisma che recita: aiutati che Dio ti aiuta. e il Signore ha bisogno che le parole si trasformino in fatti reali. Le voci hanno costruito soltanto un nugolo di nuvole poco piacevoli.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Tu sei contro i cattocomunisti e contro i cattofascisti, giustamente... Non hai mai detto che il presidente del consiglio permette questi sproloqui del papa e non dice mai NULLA DI CONTRARIO... :)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media