Cerca

Papa: “Per una pace stabile serve il rispetto dei diritti”

Nuovo appello ai cristiani in Medio Oriente: "Perseverate nella fede"

Papa: “Per una pace stabile serve il rispetto dei diritti”
Nuovo appello del Papa - Benedetto XVI torna a invocare "il dono di una pace stabile e di una solida convivenza per la Terra Santa, l’Iraq e l’intero Medio Oriente". Condizione necessaria perché ciò sia possibile, sottolinea il Papa, "è il rispetto dei diritti della persona, delle famiglie, delle comunità e dei popoli", dunque il superamento di "tutte le discriminazioni religiose, culturali o sociali". Queste le parole pronunciate dal Papa in occasione dell’Assemblea della Riunione per l’Aiuto alle Chiese Orientali  a cui era presente anche il nunzio a Gerusalemme Antonio Franco e il custode di Terra Santa Pierbattista Pizzaballa.

Perseverare nella fede
- "I responsabili delle nazioni - scandisce dunque il Pontefice - garantiscano in maniera reale, senza distinzione e ovunque, la professione pubblica e comunitaria delle convinzioni religiose di ciascuno". Nel suo discorso, Ratzinger si rivolge direttamente anche ai cristiani del Medio Oriente che esorta a perseverare nella fede e, malgrado i numerosi sacrifici, a restare lì dove sono nati. "Allo stesso tempo - aggiunge - esorto i migranti originari dell’Oriente e non dimenticare le loro origini, specialmente quelle religiose. Ne dipende la loro fedeltà e la loro coerenza umane e cristiane. Desidero rendere un omaggio particolare ai cristiani che subiscono violenza a causa del Vangelo. Il pontefice
confida nei "responsabili delle Nazioni perché garantiscano realmente, senza distinzioni e in ogni luogo la professione pubblica e di comunità delle professioni di fede di ognuno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Prove materiali di sopravvivenza. Uso postemobile... Dopo 20 anni moratti con me non magna più. Si affidasse a belen, la mandasse a battere... :)

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Santità il Cielo è sordo ai soli richiami orali. C'è un antico aforisma che recita: aiutati che Dio ti aiuta. e il Signore ha bisogno che le parole si trasformino in fatti reali. Le voci hanno costruito soltanto un nugolo di nuvole poco piacevoli.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    25 Giugno 2010 - 15:03

    Tu sei contro i cattocomunisti e contro i cattofascisti, giustamente... Non hai mai detto che il presidente del consiglio permette questi sproloqui del papa e non dice mai NULLA DI CONTRARIO... :)

    Report

    Rispondi

  • bracciodiferro

    25 Giugno 2010 - 14:02

    Ancora una volta scopre l'acqua calda. Qualunque manuale di diritto ( anche a livello scolastico) pone come condizione della pax il rispetto dei diritti. Senza violazione dei precetti del neminam laedere il mondo sarebbe un paradiso. Ed allora caro Papa ci racconti qualche cosa che non sappiamo. Non dica armiamoci e partite ma ci dica quali saranno i propositi della Chiesa ( sradicata la pedofilia ed altri reati) per il futuro. Per esempio ha intenzione la Chiesa di pagare le tasse ( ICI mai pagata) e di mettere a disposizione l'ingente patrimonio a favore dei bisognosi e non per fare ingrassare le loro eminenze? Se l'esempio di Gesu' era quello di indossare un consunto saio e di andare a piedi scalzi perchè non ricorrere all'imitazione di Cristo come nello scritto dell'Anonimo? Che bisogno c'è di autovetture di lusso , sigari di Cuba , anelli con il rubino da 30 carati perpetue "escort" collane tempestate di brillanti... Non si puo' predicar bene e razzolare mal.Non crede caro amico?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog