Cerca

L'editoriale infuoacato

Paragone: clamoroso al Corriere, scoprono che l'Europa è il vero problema

Giovanni Sartori spara a zero sull'Eurozona "animale assurdo". Quando capiranno che da noi il guaio si chiama Monti?

Paragone: clamoroso al Corriere, scoprono che l'Europa è il vero problema

 

di Gianluigi Paragone

Cosa succede al Corriere? Il giornale eurofilo per eccellenza – per non dire eurofanatico – ha permesso a Giovanni Sartori di infilare la pulce dell’eurofallimento o dell’euroscetticismo nell’orecchio dei suoi lettori. Un commento durissimo che immagino, di questi tempi, avrà fatto sobbalzare dalla sedia non pochi vecchi signori, editori Rcs. Per definire l’Europa della moneta unica Sartori ha usato espressioni tranchant, su tutte «animale assurdo». Se via Solferino autorizza un commento di tale fattura evidentemente l’aria dev’essere proprio cambiata: le lezioni a senso unico sui benefici dell’euro e sulla globalizzazione subita come ciclo inevitabile non si vendono più come un tempo. La realtà della crisi è più forte delle favolette sull’Europa unita, sogno comune e bla bla bla. Scrive Sartori: «Disporre di un moneta unica non basta: impedisce, è vero, il rimedio sporco (scritto tra virgolette ndr) della inflazione per fronteggiare i debiti, ma oggi come oggi facilita le incursioni monetarie della speculazione internazionale». L’editorialista anticipa poi la cantilena sull’Europa politica come prossima tappa. L’Europa federale? Impossibile, sentenzia. «Richiede una lingua comune». Come a dire: già alla prima curva il sogno politico si ribalta. Pertanto forte di una moneta ma spoglio di un’identità, l’Europa monetaria resta l’animale più indifeso al mondo nonostante la mole. «Tutti gli Stati si difendono con dazi e severi controlli doganali quando i loro interessi vengono minacciati». E fa l’esempio dell’Inghilterra che sta in Europa a modo suo (e per questo meglio di tutti, mi permetto di aggiungere): un piede dentro e uno fuori. L’Inghilterra applica dazi e soprattutto stampa moneta, cioè incide sulla spesa pubblica laddove serve per fronteggiare la crisi. Idem l’America.


Leggi l'articolo integrale di Gianluigi Paragone
su Libero in edicola oggi, martedì 13 novembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • metallurgico

    15 Novembre 2012 - 20:08

    Che l'europa e' il vero problema, i giornali l'avrebbero capito subito e non dopo dieci anni.

    Report

    Rispondi

blog