Cerca

L'addio della Walt Disney alla Miramax

La casa di produzione è stata venduta per 660milioni di dollari. Troppo "scomodi" alcuni suoi film per il genere Disney

L'addio della Walt Disney alla Miramax
Dopo mesi di trattative la Walt Disney saluta definitivamente la casa di produzione Miramax che vanta diverse pellicole blasonate, ma che, per genere, risulterebbero "scomode" o "discordanti" rispetto alla linea generale del gigante dell’intrattenimento americano.

Secondo le informazioni riportate sul "New York Times" e il "Los Angeles Times", la Disney avrebbe quindi ceduto la Miramax films a un gruppo di investitori, riuniti sotto la holding "Filmyard" e capeggiati dal magnate Ronald Tutor, per circa 660milioni di dollari. Gli acquirenti avrebbero già versato un deposito vincolato di circa 40milioni alla Disney.

Miramax ha prodotto film prestigiosi, a volte premiati con l’Oscar, ma spesso violenti e, per questo, poco compatibili con il resto della produzione Disney. Tra le pellicole "Pulp Fiction",  del 1994, "The Aviator", del 2004, e "Non è un paese per vecchi", del 2007. Miramax avrebbe inoltre prodotto diverse pellicole horror, quali le serie "Halloween" e "Hellraiser"

"La nostra attuale strategia per Walt Disney Studios è focalizzarsi sullo sviluppo di grandi film per i marchi Disney, Pixar e Marvel" ha riferito in una nota l'amministratore delegato di Disney, Robert Iger. L'accordo si dovrebbe chiudere tra il 10 settembre e la fine dell'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog