Cerca

Loden catodico

Monti cerca di fare il Silvio:
ora vuole andare da Santoro
(ma Mario verrebbe sbranato)

Mario Monti

Mario Monti

Cuscini in mano e thermos di caffè sul tavolo. Il corredo per Monti da Santoro sarebbe questo. Pizza e birra per il Cav a Servizio Pubblico. Immaginate il Prof nell'arena di Santoro e di Travaglio. Giacca, cravatta, occhiali, voce che va lenta e che avvicina l'ora del sonno per gli italiani come quando guardavano Carosello e crollavano nel letto. Il Prof non è Silvio, sia chiaro. Solo uno come Berlusconi può prendere il toro per le corna e infilzarlo al centro della corrida. Solo lui. nessun altro.  

Il Prof ci pensa... - Monti che vuole andare da Santoro - già, è questa l'indiscrezione delle ultime ore - sembra un candidato in affanno. Pensava di aver già vinto, di aver distrutto il Cav e di essere il nuovo centro che fagocita la destra. Balle. Santoro ha ribaltato i piani. Berlusconi ne è uscito come un leone pronto a mangiarsi anche l'agnellino Monti. Secondo i primi sondaggi, il Cav avrebbe guadagnato due punti percentuali. Tutti in una sera, in una manciata di minuti: il trionfo nella fossa dei leoni non lascia indifferenti. Ed è forse anche per questo motivo che il Professore, dopo aver rifiutato sistematicamente gli inviti di Servizio Pubblico, vorrebbe emularlo. Dal teletribuno Michele ci vuole andare anche lui: per ora nulla di ufficiale, ma il rumor si fa sempre più insistente. Anche se, Monti da Santoro, con tutta probabilità verrebbe sbranato: i sondaggi non lo premierebbero, e lo share non potrebbe mai e poi mai raggiungere le percentuali ipergalattiche di giovedì sera.

L'insostenibile sonnolenza di Mario - Lui, il Prof, prova a giocare con i grandi. Con i big. Prima gioca la carta della sobrietà poi capisce di essere un perdente e prova a fare il politico davvero. Quando prova a fare il simpaticone piazza una paresi sul volto che sembra un sorriso appena accennato. Fa battute che capisce solo lui. Il Cav in questo è un maestro. E da Santoro lo ha dimostrato. Fa ciò che vuole anche davanti al peggior nemico. Monti alla terza domanda di Michele, invece, crollerebbe al suolo per ko definitivo. Bastano due domande sul perchè è sceso in politica, sui suoi rapporti con banche e poteri forti come la Chiesa, e una pennellata sui conflitti di interessi dei suoi compagni di viaggio per portarlo subito al tappeto. 

Alleanze storte - Non immaginiamoci poi se Travaglio gli cheidesse conto delle alleanze con Fini e Casini. Monti è alla guida di una coalizione in cui il maggior partito ha sostenuto Totò Cuffaro alla regione siciliana. Non cose da poco. Fini si porta dietro la sua casa di Montecarlo, difficile rispondere a domande del genere sui compagni di merenda. Giovedì sera a Berlusconi è stato chiesto di Tremonti e di tanti altri. Lui ha risposto come sempre senza mai crollare o vacillare per un secondo. Il Prof si crede Silvio. Ma non lo è. Lui può incantare degli studenti, forse, in un 'aula universitaria. Dove c'è da uscire gli attributi Monti potrebbe cascare. Meglio riconoscere la superiorità del Cav e lasciare ad ognuno i propri ruoli. Birra per Silvio. Tisana per il Prof. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lillignocchi1

    13 Gennaio 2013 - 17:05

    Il Professore...ma se ha la coda di paglia!!! lui puo' dire di tutto pero' non accetta mai un vero confronto: gia' dimenticavo lui e' saggio, intelligente, dottore, ricco (coi nostri soldi e quelli delle Banche dai lui gestite)...per farla breve e' un pusillanime...ma chi lo vuole????

    Report

    Rispondi

  • zelig12

    12 Gennaio 2013 - 14:02

    Gentile Marina58,i suoi atti linguistici hanno sempre la capacità di trasmettere genuino entusiasmo,'joie de vivre' ,attraverso una spontaneità ed un calore che lasciano incantati.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    12 Gennaio 2013 - 13:01

    somigli o sia all'altezza del Cav. Lo vedrei meglio a predicare le sue ovvietà in vaticano!

    Report

    Rispondi

  • cal.vi

    12 Gennaio 2013 - 12:12

    convinto che gli studenti della Bocconi siano veramente dei geni, sorbirsi le lezione del prof. Monti senza addormentarsi e da mostri.. Sentire uscire tutte le parole, come uno stitico verbale farcito di eh eh eh è da eroi, e poi capirci qualcosa, complimenti agli studenti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog