Cerca

Il collegamento telefonico

Silvio Berlusconi: "FI non sa vendere il brand Berlusconi"

Silvio Berlusconi: "FI non sa vendere il brand Berlusconi"

Silvio Berlusconi

“Devo dire che noi, anche i nostri, non sanno vendere quel martire che abbiamo in casa. Sto parlando, evidentemente, del signor Berlusconi, che ha avuto un trattamento che mai nessuno ha avuto in una democrazia. In vent’anni a me hanno fatto di tutto. Si è attentato alla mia serenità, al mio affetto, alla mia famiglia, alle mie aziende, al mio patrimonio, eccome...». Silvio Berlusconi si collega telefonicamente con il seminario del “governo ombro” di Gianfranco Rotondi a Saint Vincent. Il Cav si sfoga e torna a definirsi un “martire” della giustizia e striglia i suoi che non sanno farsi sentire per difenderlo. “Infine -continua l’ex premier- si è attentato anche ai miei diritti politici. Io non posso votare, non posso essere votato. Quindi, si è attentato anche alla mia libertà. E per questo anche oggi io soffro moltissimo per le restrizioni che mi sono state imposte con una sentenza che sarà presto cancellata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, perché è veramente una sentenza paradossale”

Il futuro di Forza Italia - Poi parlando del futuro di Forza Italia ha detto: “I nostri non sanno vendere il marchio che hanno in casa e ovviamente sto parlando del signor Berlusconi. Siamo in campo per la riscossa, per costruire una nuova Forza Italia e un nuovo centrodestra vincente. Questa, cosa volete, è la mia follia... Siamo ancora in campo, decisi a combattere per il nostro Paese. Per quello che sta succedendo in Italia, è assolutamente indispensabile una inversione di marcia e Forza Italia ha iniziato a fare questa inversione. Dobbiamo superare questo fatto del leader di Fi messo fuori giuoco, dobbiamo superare la scissione dei nostri parlamentari che hanno deciso di tradire il mandato degli elettorali», aggiunge Berlusconi. Il Cavaliere, poi, striglia i suoi per non aver saputo valorizzare «il marchio di quel martire che avevano in casa» e, contemporaneamente, prova a galvanizzare gli elettori: «Siamo ancora di gran lunga il primo partito del centrodestra”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Italotrend

    13 Ottobre 2014 - 07:07

    Berlusconi? Serve rinnovamento, inutile tentare ulteriori sortite in politica. Il leader del centro destra c'è gia, si chiama Giulio Tremonti.

    Report

    Rispondi

    • mpex81

      13 Ottobre 2014 - 08:08

      Ma è una battuta oppure Tremonti ti ha pagato ? Il rinnovamento è un ex-ministro, incapace, che razzola in politica fino dai tempi del ministro socialista Reviglio ? Il problema è che il centro-destra se non trova un volto nuovo e giovane che abbia dinamismo e idee nuove, tra un po' scomparirà perché Renzi prenderà gran parte del suo elettorato.

      Report

      Rispondi

  • geompiniliberoi

    13 Ottobre 2014 - 07:07

    non fai ridere...paga i debiti di fi che hai fatto tu, e vattene, sei un traditore hai fatto si che gli ex elettori di cdx non vadano piu a votare , sono delusi e scoglionati , basta con politici leccacullo incompetenti, spocchiosi arroganti, altro che difendere il ceto medio ......... i sinistronzi sguazzano sulla stupidita di tutto il cdx

    Report

    Rispondi

  • antari

    13 Ottobre 2014 - 07:07

    Servono piu' gadget. Provate quelli a strisce orizzontali bianche e nere, oppure la foto con la scritta 176-761 gialla sulla felpa rossa.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    13 Ottobre 2014 - 02:02

    ecco l'idea della giustizia per Silvio, un prodotto da vendere, il penoso, il grottesco, puntare sulla pietà... ma Silvio non ha capito che nessuno gli crede più, e con questa uscita si dato la zappa su piede.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog