Cerca

Il movimento del patron di Tod's

Della Valle pronto a scendere in campo a Natale

Della Valle pronto a scendere in campo a Natale

Scenderà in campo a Natale Diego Della Valle. Con un movimento che punta a raccogliere consensi tra gli indecisi e i delusi di Matteo Renzi. Non che i rapporti con il presidente del Consiglio siano rotti, i due continuano a vedersi e sentirsi - scrive il Fatto Quotidiano - ma ora il patron di Tod's vuole fare il suo ingresso nel mondo politico: "Io voglio dare voce a coloro che non si riconoscono nei partiti e neanche in Renzi che ripete sempre di aver vinto e si comporta come se la fiducia fosse illimitata". 

La piattaforma - Va bene, continua Della Valle, che "ha vinto ma è convinto di poter vincere ancora? E gli indecisi, e gli astenuti, che fanno? Al massimo un mese e saremo pronti". Quindi entro dicembre presenterà la sua "piattaforma" - associazione - per luoghi di incontro telematici e reali, con sede a Milano.  Ci sono obiettivi comuni con Renzi: "Banale, il bene dell'Italia che passa attraverso un'operazione di pulizia di una classe dirigente e politica che ha acuito la crisi economica e sociale. Questa operazione è mancata".

Le critiche - A Renzi poi consiglia un bel rimpasto di governo che deve passare dall'eliminazione dei ministri più deboli e delle cariatidi che sono riuscite a riciclarsi. Lo sciopero generale? "Ben venga se utile a fare un punto, a recuperare energie disperse". Infine sull'articolo 18 Della Valle la pensa a modo suo: l'accanimento è sbagliato perché non c'entra nulla con un mercato competitivo e con la ripresa economica del Paese. Bisogna invece tornare a votare... 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Elio De Bon

    22 Novembre 2014 - 04:04

    dopo gli stalinisti e i comici, arriva il pagliaccio..... la sua famiglia dovrebbe fare qualcosa...... ci sono delle pillole buone....

    Report

    Rispondi

  • solesolare40

    21 Novembre 2014 - 23:11

    bene

    Report

    Rispondi

  • lyon66

    21 Novembre 2014 - 22:10

    Oggi i votanti attuali, e fino a ieri ne facevo parte anch'io, devono scegliere i partiti come le squadre di calcio. Tutti uguali, votiamo col cuore. Scioperiamo contro i politici e le loro panze piene a spese nostre! Andiamo in piazza (partito degli astenuti) e civilmente chiediamo che facciano un passo indietro per incompetenza economica, politica e civile! Svegliamoci, per noi e i nostri figli!

    Report

    Rispondi

  • lyon66

    21 Novembre 2014 - 22:10

    Alè: mi candido anch'io...: - meno tasse, lavoro per tutti, 35 ore di lavoro settimanale e buoni pasto. - fine settimana lungo a base di festini programmatici e goderecci, libero scambio di beni e piaceri con eliminazione del vil denaro. - tasse dal 15 al 25% e ridistribuzione dei posti di lavoro: eliminazione di tutti gli statali e parastatali e meritocrazia (cottimo) Vota Lyon66 ;-)))

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog